Molteplici risultano essere i motivi che potrebbero spingerti a voler cambiare operatore di telefonia fissa e procedere quindi alla disdetta telefonica. Un cambio delle tue abitudini di consumo, l'aumento dei costi dell'offerta sottoscritta così come alcuni disservizi per conto del tuo operatore telefonico.

In tutti questi casi, è importante sapere che per disdire il tuo contratto e per passare a un'altra compagnia è necessario essere in possesso del codice di migrazione, in alcuni casi chiamato anche codice segreto. Proprio perchè in assenza di questa informazione non ti sarà possibile chiudere il vecchio contratto telefonico, oggi abbiamo deciso di fare chiarezza su questi due termini e di spiegarti quindi che differenza c'è fra codice di migrazione e codice segreto.

Che cos'è il codice migrazione?

Come anticipato, saper comunicare il codice di migrazione alla nuova compagnia presso la quale hai intenzione di firmare il nuovo contratto è fondamentale. Si tratta infatti di una forma di sicurezza adottata da tutti gli operatori telefonici che è stata introdotta dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) al fine di tutelare i consumatori da disdette e trasferimenti non richiesti.

Verifica codice migrazione: come si effettua?

Nello specifico, per verificare il codice migrazione è innanzitutto importante sapere che esso si presenta come una stringa alfanumerica composta da 4 sequenze differenti. Di seguito ti riportiamo le 4 componenti che vanno a costituire il codice e che permettono di effettuare il calcolo codice migrazione:

  • COW: i 3 caratteri che identificano la compagnia telefonica;
  • COR: da 8 a 12 caratteri, corrisponde generalmente al numero telefonico del cliente o, in alternativa, al codice identificativo della linea;
  • COS: è costituito da 3 cifre con valori da 001 a 017, 222 o 999 e identifica la tecnologia che permette l'accesso a internet (adsl, fibra ottica, voip).

Infine, la parte finale del numero di migrazione corrisponde a un codice di controllo ed è solitamente una lettera con lo scopo di verificare che il codice fornito sia corretto.

Una volta capito come identificare il tuo codice di migrazione, devi sapere che quest'ultimo è normalmente riportato sul retro del Modem. Se non dovessi riuscire a trovarlo lì è comunque sempre indicato nel contratto telefonico e in fattura. Se non fossi riuscito a trovare la sequenza numerica di migrazione in uno dei modi appena citati, potrai sempre richiederlo chiamando il Servizio Clienti del tuo operatore.

DA LEGGERE: Trasloco linea telefonica: come funziona?

Che cosa si intende per codice segreto?

Ora che hai preso dimestichezza con la nozione di numero di migrazione, vediamo di capire una volta per tutte che differenza c'è fra codice di migrazione e codice segreto. A questo proposito, sarai stupito di sapere che il codice segreto altro non è che la denominazione usata da TIM Telecom per riferirsi al codice di migrazione.

In particolare, questa compagnia telefonica fa riferimento a questo dato con la nomenclatura di codice segreto perchè quest'ultima abbina al primo un'altra combinazione alfanumerica finale. Questa serve a garantire l'effettiva decisione del cliente a voler cambiare operatore.

Fatta eccezione per quest'ultima sequenza, il codice segreto è composto dalle stesse sequenze (COW, COR, COS e codice di controllo) di quello di migrazione. Infine, come per quest'ultimo, troverai la sequenza segreta sul retro del Modem, nel contratto oppure sula bolletta telefonica.

Dove trovare il codice di migrazione di Telecom, Infostrada, Vodafone, Fastweb e Tiscali

Una volta capita la differenza tra codice di migrazione e segreto, è probabile che tu ti stia chiedendo dove trovare il codice di migrazione della tua linea fissa associato alla compagnia telefonica. A tal proposito, qui di seguito trovi tutte le indicazioni su dove trovare il codice a seconda della compagnia telefonica.

Codice migrazione di Telecom

Se disponi di una linea telefonica TIM e desideri sapere dove trovare il codice segreto Telecom, devi sapere che questo è rintracciabile sul conto Telecom, sia nella versione cartacea che sul conto Telecom Online via internet. Quest'ultimo è consultabile nella sezione Area Clienti sul portale web dell'operatore.

In particolare, troverai il suddetto codice nella prima pagina del Riepilogo dei costi in alto a destra sotto la voce "Codice Fiscale" vicino alla voce "Codice Segreto".

Codice migrazione Infostrada

Se invece hai una linea fissa Wind, potrai trovare il codice migrazione Infostrada sulla bolletta cartacea o sulla bolletta elettronica ricevuta via mail. Qualora non avessi a portata di mano una fattura, potrai richiederlo via telefono contattando il Servizio Clienti 155 oppure accedendo alla tua Area Personale tramite il sito web della compagnia telefonica.

Codice migrazione Vodafone

Per i clienti con linea fissa Vodafone Casa, il codice di migrazione Vodafone è rintracciabile su tutte le fatture nella sezione "Riepilogo condizioni e costi dei piani telefonici" (pag. 4), sotto il Numero di Rete Fissa e l'Identificativo linea ADSL, di fianco alla voce "Codice di Migrazione". Il codice alfanumerico è in alternativa rintracciabile anche nella fattura elettronica (formato pdf) o altrimenti reperibile online all'interno dell'Area Clienti sul portale web della compagnia.

Codice migrazione Fastweb

Anche in caso di linea telefonica Fastweb, il codice migrazione Fastweb è indicato sulla bolletta del telefono (pag. 1) in alto a sinistra sotto le voci Codice Cliente e Numero di Telefono alla voce "Codice di Migrazione".

Il medesimo codice può poi essere ritrovato anche sulla fattura Fastweb elettronica oppure accedendo all'area MyFastpage dal sito fastweb.it nella sezione "Conto e consumi">"Conto Fastweb">"Scarica la bolletta".

Codice migrazione Tiscali

Infine, qualora tu abbia sottoscritto un'offerta Tiscali per il telefono fisso di casa (o per internet), troverai il codice di migrazione Tiscali sempre in fattura (pag. 3) qualche riga sotto l'importo della bolletta alla voce "I suoi codici di migrazione".