In caso di decesso dell'intestatario del contratto di telefonia bisogna seguire una particolare procedura: la voltura per decesso. Grazie a questa operazione è possibile intestare l'offerta adsl o solo rete fissa, attiva nell'abitazione del defunto, ad un'altra persona che da quel momento si occuperà della gestione del contratto e si addosserà tutti gli obblighi del caso. Vediamo dunque quali sono le modalità previste in questi casi.

Voltura Telecom per decesso: di cosa si tratta

Nel caso di decesso di un familiare, intestatario di contratto di telefonia TIM ex Telecom, bisogna compiere la voltura per decesso. Questa procedura deve essere eseguita da tutti quelli che, trovandosi nella stessa abitazione del defunto oppure ricevendola in eredità, devono decidere come gestire la rete telefonica e ADSL precedentemente intestate alla persona scomparsa.

Telecom Italia non fa assoluta differenza sul grado di parentela che lega il nuovo titolare della linea telefonica con il precedente intestatario. Se ti trovi in questa situazione, sappi che ti bastano pochi minuti per effettuare la voltura Telecom per decesso. In sostanza, questa prassi permette di variare l'intestazione del contratto telefonico e dell'ADSL a favore di un erede del titolare della linea deceduto.

La compagnia garantisce un passaggio rapido e senza alcun tipo di interruzione del servizio telefonico e ADSL. Dalla successiva fatturazione, il nuovo intestatario del contratto prenderà il posto di quello precedente e ne erediterà tutti gli obblighi previsti per quanto riguarda il contratto di fornitura con l'azienda di telecomunicazione italiana.

DA LEGGERE: Offerte ADSL casa TIM: quali possibilità ci sono?

Quali sono le procedure da seguire in caso di voltura per decesso?

Dopo aver chiarito in dettaglio qual è il fine ultimo della voltura Telecom in caso di decesso del precedente titolare del contratto, ecco quali sono le procedure da seguire per diventare il nuovo intestatario del contratto. Rispetto agli anni passati, TIM ha enormemente snellito la procedura di richiesta in caso di subentro familiare. Infatti oggi è richiesto molto meno tempo.

Il passaggio si effettua attraverso due passaggi obbligatori:

· il primo, tramite una chiamata al Servizio Clienti, chiamando al 187;

· il secondo attraverso l'invio di una richiesta formale per posta.

Partendo dal primo, per la richiesta di subentro familiare devi chiamare il Servizio Clienti dove verrà effettuato il Verbal Ordering, ovvero una particolare funzione che permette all'operatore di registrare completamente la conversazione telefonica in cui viene espressamente richiesta la tua volontà di subentrare come titolare del contratto.

La seconda parte, è invece quella più burocratica; per completare il passaggio di intestazione al contratto è necessaria inviare una richiesta scritta di subentro al seguente indirizzo:

Telecom Italia S.p.A - Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (Roma)

oppure facendo riferimento al numero verde di fax 800 000 187 e indicando tutti i dati relativi all'utenza. In entrambi i casi, devi avere cura di allegare la seguente documentazione: un'autocertificazione di dichiarazione del decesso del precedente intestatario del contratto con Telecom Italia, una fotocopia di un documento d'identità valido di chi inoltra la richiesta (ovvero dell'erede), la fotocopia del codice fiscale del nuovo titolare (dell'erede) e un recapito telefonico funzionante per eventuali comunicazioni.

Dopo i controlli del caso effettuati da Telecom Italia, il contratto verrà aggiornato con le nuove informazioni relative al nuovo titolare del contratto per la rete telefonica e ADSL.