Se sei un cliente Tiscali dotato di un router compatibile, puoi utilizzare la funzione Tiscali WiFi. Questa consente, in modo semplice ed anche a tua discrezione, di condividere la tua ADSL con tutti gli altri clienti Tiscali, con la finalità di agganciarsi a quelle condivise degli altri utenti quando si è in giro, abbattendo totalmente i limiti del proprio piano telefonico mobile. Scopriamo nel dettaglio di cosa offre questa funzionalità totalmente gratuita.

Cos'è Tiscali WiFi?

Sicuramente Tiscali WiFi sarà un argomento che ti ha incuriosito molto, poiché si parla di un progetto molto particolare. L'esigenza di base è molto semplice: siamo dotati tutti di una tariffa sulla nostra SIM più o meno vantaggiosa, ma quando c'è da stare in giro l'abuso dei social e dei servizi video (vedi YouTube, ma anche lo stesso Facebook) riduce fortemente i giga residui mensili.

Per questo Tiscali ha voluto provare a trovare, come altri operatori, una soluzione funzionale. Questa si chiama appunto SocialWiFi, un programma che si basa sulla tecnologia Tiscali WiFi che consente, su specifici router, di avere praticamente due connessioni. Una è quella tradizionale, da usare in modo privato secondo i classici standard, mentre l'altra è appunto una nuova rete WiFi, che offrirai in condivisione con altri utenti.

Questo ti darà l'opportunità di accedere, con una registrazione al portale SocialWiFi, a tutte le altre reti analoghe di altri utenti, direttamente con i tuoi dispositivi mobili o con il tuo portatile, con la finalità di navigare senza limiti e senza sfruttare appunto la tua classica promozione su SIM.

Dal punto di vista tecnico, non temere: la funzionalità è ristretta innanzitutto a chi ha una buona connessione - almeno 6 Mbps - ed è comunque facoltativa, ovvero puoi non attivarla e non utilizzarla se non vuoi condividere la tua rete, seppur in modo sicuro, con nessuno. Un motivo per cui non accettare di condividere la propria rete potrebbe essere inerente al non voler condividere, più che altro, la propria banda, sebbene l'opzione metta a disposizione agli altri utenti SocialWifi 1 Mbps massimo, fra upload e download, solo quando questi non sono necessari all'utenza primaria.

Se ad esempio ti serve effettuare un download e viaggi a 7 Mbps, non temere: in quel frangente dove è vantaggioso avere tutta la banda massima il router capisce che non è in grado di erogare una connessione agli utenti nella zona, e quindi non offre nuovamente quel 1 Mbps massimo finché il download non è terminato.

Questa sorta di condivisione sociale della propria connessione ad internet resta comunque molto interessante, perché consente a tutti i clienti Tiscali di navigare senza limiti (se non di velocità appunto) tramite la connessione di altri clienti, che potranno fare lo stesso a loro volta. Molto comodo è inoltre la possibilità di connettersi in automatico a tutte le reti SocialWiFi. Dopo il primo accesso infatti ad una rete di questo tipo, lo smartphone, il tablet o qualsiasi altro dispositivo memorizzerà le tue credenziali, consentendoti di accedere in automatico ad altre reti Tiscali in modo completamente automatico.

Curioso di sapere come si attiva o disattiva?

DA LEGGERE: Le offerte voce e internet di Tiscali: Tutto Incluso Light e Full

Come attivare/disattivare Tiscali WiFi

Come detto più su, per attivare l'opzione è innanzitutto necessario disporre di una buona connessione e di un modem/router compatibile. Questo è fornito direttamente da Tiscali; se è recente, probabilmente è in grado di creare la doppia connessione, diversamente rivolgiti all'operatore per capire come averne uno compatibile.

Fatto ciò, bisognerà accedere ai servizi MyTiscali. Qui è possibile attivare o disattivare l'opzione ogni volta che vuoi, senza il minimo problema. Ovviamente, impedendo al tuo router di utilizzare questa "seconda rete social" comprometterai la tua possibilità di accedere a quella degli altri, e viceversa attivandola potrai usare anche quelle degli altri utenti.

Se sei interessato all'opportunità, approfittane. L'opzione SocialWifi è attiva di base a Roma, Milano e in Sardegna, ma arriverà su tutto il territorio italiano col passare del tempo.