Al momento di confrontare le offerte ADSL dei vari operatori la velocità di download gioca un ruolo fondamentale. Per assicurarti che il gestore mantenga quanto promesso puoi utilizzare l'AGCOM Speed Test, lo strumento messo a disposizione degli utenti dall'Autorità per la Garanzia nelle Comunicazioni con la delibera n. 244/08/CSP.

Si tratta appunto di uno strumento per misurare la velocità della propria connessione ADSL domestica, che prende il nome di Ne.Me.Sys. Il test della velocità può essere effettuato indipendentemente dal provider telefonico (Vodafone, Telecom, Fastweb, ecc.) ed è molto semplice da utilizzare. Inoltre, ha il vantaggio di avere valore legale e può quindi essere usato per sporgere un reclamo formale all'operatore, nel caso in cui la velocità di connessione non sia conforme agli standard promessi nel contratto. Scopriamo tutto quello che c'è da sapere sull'AGCOM Speed Test ufficiale e su come eseguirlo.

AGCOM Speed Test: come è nato

Vi è mai capitato di avere il timore, sottoscrivendo un contratto ADSL, di incappare in velocità completamente differenti rispetto a quelle promesse dal vostro operatore? Ecco quindi che, per venire incontro a tutti i consumatori, l'AGCOM ha pensato di realizzare uno strumento, in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e l'Istituto superiore delle comunicazioni, che permettesse di eseguire dei test di velocità della propria rete a banda larga in modo tale da poter avere un riferimento tangibile della qualità della propria connessione.

La Fondazione cura in particolare:

  • la pianificazione delle attività da svolgere sul territorio e indicate da AGCOM,
  • la fornitura delle risorse e della strumentazione tecnica necessaria,
  • la realizzazione delle misure sul campo e l'acquisizione dei risultati, rendendoli disponibili all'Autorità e agli Operatori,
  • le elaborazioni statistiche dei risultati finali,
  • la gestione dei processi di invalidazione tecnica di specifiche misure.

Nasce quindi Ne.Me.Sys, un software accessibile gratuitamente mediante il proprio sito web a tutti i clienti di qualsiasi operatore. Tramite questo, qualora la qualità della connessione risulti inferiore a quanto contrattualmente dichiarato, è possibile raccogliere dei dati da inviare al proprio operatore in modo tale da avanzare un reclamo e richiedere il ripristino degli standard minimi garantiti ovvero per esigere il recesso senza costi di disattivazione dal contratto.

Dall'invio del certificato, l'operatore ha 30 giorni di tempo per ripristinare i parametri di qualità previsti dal contratto. L'utente attraverso una seconda misurazione del software Ne.Me.Sys, da effettuarsi a distanza di 45 giorni dal primo, potrà quindi verificare se il gestore ha migliorato la qualità della linea ADSL.

Qualora l'operatore non sia in grado di migliorare tecnicamente la connessione, ai sensi della delibera n. 656/14/CONS, grazie a Ne.Me.Sys sarà possibile richiedere al proprio operatore la proposta di un'offerta più vantaggiosa, in linea con gli standard ottenuti grazie all'AGCOM Speed Test.

DA LEGGERE: Perché conviene fare lo Speed Test ADSL?

AGCOM Speed Test: Come eseguire Ne.Me.Sys

Ma come si esegue lo speed test di AGCOM? Molto semplice: basta recarsi al sito ufficiale dedicato Misurainternet. Qui è necessario eseguire una breve registrazione (da confermare tramite mail) e successivamente il login. Nella propria area privata, effettuato ciò, tramite la sezione Download è possibile scaricare Ne.Me.Sys scegliendo il sistema operativo su cui voler eseguire lo Speed Test AGCOM.

Questo, avviato, esegue un test molto chiaro e semplice da capire, in grado di ripetersi anche nelle varie fasce orarie.

Ottenuti i dati, quindi, potete muovervi come meglio preferite. Nella vostra area privata sarà infatti possibile scaricare un PDF contenente tutti i vari risultati da poter inoltrare al proprio operatore fisso, richiedendo eventuali rimborsi o una rimodulazione sul proprio piano telefonico mensile.