Apple strizza l'occhio alla Li-Fi, la tecnologia che in un futuro, neanche troppo lontano, potrebbe mandare in soffitta la linea Wi-Fi. Complice la sua capacità di offrire una navigazione internet più veloce rispetto a una tradizionale linea di Adsl. Si parla di 224 Gigabyte al secondo.

I primi riferimenti al Li-Fi sono stati avvistati nella libreria dell'ultimo aggiornamento di Ios, il sistema operativo di Cupertino e potrebbe essere già disponibile per la prossima versione d iPhone, il tanto atteso iPhone 7.

Il dossier Li-Fi era stato sfogliato su diversi tavoli, ma sembrerebbe secondo indiscrezioni di stampa, che Apple lo stia studiando con maggiore attenzione.

Navigazione internet più veloce grazie alla luce led

In pratica, il Li-Fi è una tecnologia che facilita il trasferimento dei dati attraverso una rete senza fili ad una velocità superiore rispetto alla reti senza fili ad alta velocità.

DA LEGGERE: Cosa fare se la connessione internet è lenta?

Somiglia molto al Wi-Fi, dunque. Il Li-Fi infatti può servirsi degli stessi protocolli 802.11. e soprattutto presenta tutti i vantaggi correlati alla rete Wi-Fi, cui però si aggiungono notevoli differenze, non da poco. Il Li-Fi, infatti, offre una più elevata velocità di navigazione grazie all'utilizzo della luce led come strumento di trasmissione.

La sostituzione delle luci led alle onde radio consente l'aumento della velocità di navigazione e di download dei dati ad un ritmo cento volte superiore rispetto a quello dato dalle tradizionali offerte ADSL Wi-Fi.

Il Li-Fi inoltre riduce o risolve in maniera definitiva problematiche legate all'interferenza tipiche del trasferimento via radio.

Questo permetterebbe di rendere disponibile la connessione senza fili in quei luoghi in cui è attualmente non è consentita l'installazione di una linea Wi-Fi. Ne sono un esempio gli aerei o anche gli ospedali, in cui le interferenze delle onde radio legate alla navigazione via Wi-Fi, ne impediscono l'utilizzo.

La tecnologia attualmente è in fase beta ma non sono poche le aziende che hanno iniziato a scaldare i motori per lanciare sul mercato una serie di prodotti compatibili e necessari per il suo utilizzo.

Secondo rumors di stampa, l'azienda indiana Velmenni avrebbe già dato il via alla fase sperimentale facendo partire in Estonia un processo di trasferimento dei dati in modalità wireless all'interno di un'azienda.