SuperMoney
0296330010

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0296330010

Lun-Ven • 9-13/15-19

50€

Attiva un’offerta ADSL: fino a 50€ di cinema CHILI

IN COLLABORAZIONE CON

TI REGALIAMO IL CINEMA

Sei interessato a ricevere un buono di 50€ di Chilli TV?

Internet of Things: arriva l'associazione di categoria

-

Sinergia, rapporti con le istituzioni e progresso. Scopri l'associazione di categoria per l'Internet of Things

Guarda le immagini

Internet of Things: l'associazione di categoria Internet of Things: l'associazione di categoria

Per quanto riguarda l'Internet of Things, l'Italia non è sicuramente all'avanguardia: basti pensare che troviamo ancora difficoltà a scegliere l'offerta ADSL giusta per le nostre esigenze! Il resto del mondo, invece, sembra aver investito molto nella nuova tecnologia IoT e la nostra Nazione, bisogna ammetterlo, un piccolo passo avanti sta per farlo.
E' nata infatti, durante Meet Iot a Torino, la prima associazione di categoria che punterà allo sviluppo e alla diffusione dell'Internet of Things in Italia.

Associazione di categoria Internet of Things: di cosa si tratta?

IoT Italy è nata nella patria italiana dell'Internet of Things, Torino, e verrà registrata il 19 ottobre. A capo di questa idea ci sono Alessandro Bassi e Giulio Coraggio, due dei massimi esperti di IoT, che hanno voluto promuovere un soggetto di categoria senza fini di lucro studiato per connettere i vari protagonisti dello sviluppo della tecnologia Internet of Things. Radunare tutti i soggetti potrebbe essere utile perché qualche industria italiana aveva precedentemente iniziato autonomamente a tessere degli accordi, basti pensare a quello di co-innovazione stretto da Telecom con Ericsson, proprio per l'IoT.

I protagonisti dell'associazione di categoria

Quali sono questi protagonisti che formeranno la nuova associazione di categoria dell'Internet of Things? Innanzitutto, fondamentale, è che ci siano i gruppi industriali attivi nel campo dello sviluppo di infrastrutture, sistemi, piattaforme informatiche per il sistema bancario assicurativo, di consulting e di telefonia; oltre a questi "senatori" dell'IoT, l'associazione includerà i "novelli" delle startup, futuro dell'innovazione informatica italiana e non.

DA LEGGERE: 5G: Cina e Ue trovano l'accordo per la nuova tecnologia

Associazione di categoria Internet of Things: il futuro nel think tank

L'Italia per cercare di adeguarsi al progresso nell'ambito dell'IoT, mercato che su scala globale raggiungerà cifre astronomiche di circa 19 trilioni di dollari nel 2020, deve migliorare infrastrutture, skills e incrementare il rapporto con le istituzioni.
Per realizzare questi obiettivi l'IoT Italy si fonda sul think tank, quello che italianizzato significa serbatoio di pensiero, ovvero l'associazione si propone di essere l'ente di riferimento per i rapporti tra i soggetti che operano nel mercato IoT e le istituzioni: creando iniziative sinergiche si potranno massimizzare i vantaggi (anche economici) che questa tecnologia porterà e collaborando in maniera cooperativa si potrò anche diffondere la cultura dell'Internet of Things all'interno dell'opinione pubblica.

Internet of Things: prospettive future

Il dato economico che raggiungerà l'Internet of Things l'abbiamo detto, ma c'è di più: secondo uno studio di Accenture, grazie all'IoT, entro il 2030, il Pil USA aumenterà di oltre il 2%, quello di Germania e Gran Bretagna potranno rispettivamente dell'1,7% e l'1,8%.

L'Italia, per i motivi di carenza infrastrutturale, di skill e di supporto delle istituzioni, è ancora lontana da poter incrementare il proprio Pil grazie a questa tecnologia; la missione di IoT Italy potrebbe essere la soluzione giusta.

TAG adsl , internet mobile , connessione internet

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?