Internet domina l'immaginario sociale odierno, trascina le mode, veicola i messaggi e i contenuti che influenzano la moda, la musica, i movimenti d'aggregazione sociale. Il popolo dei giovani e giovanissimi si configura come la generazione della connessione totale. Disporre di una linea efficiente è fondamentale, la possibilità di porre le tariffe ADSL migliori a confronto su internet consente loro di selezionare la soluzione più adatta, performante ma allo stesso tempo economica.

La dinamicità del settore web è dimostrata dall'inflazionamento dei provider di connessione internet e delle loro molteplici proposte commerciali. Comprendere appieno punti di forza e di debolezza di ogni specifica offerta risulta complicato, così la comparazione fra prodotti diventa una necessità e mettere le offerte Infostrada a confronto con quelle di Vodafone casa, Alice o Fastweb serve all'utente per inquadrare con maggior chiarezza lo scenario che gli si para davanti.

D'altronde, l'Italia 2.0 viaggia sulla rete, principalmente sui social. Lì si susseguono notizie e pubblicità, lì si tasta il polso dell'opinione pubblica, lì si alimentano trend e si scrutano i gusti correnti. L'undicesimo Rapporto Censis/Ucsi sull'utilizzo dei social network in Italia, infatti, ha posto l'accento su un'abitudine di fruizione mediale ormai consolidata, indagando sulle modalità e la frequenza d'uso delle principali piattaforme social del web.

Al primo posto, manco a dirlo, troviamo Facebook. Il canale del baby magnate Mark Zuckerberg registra un traffico mensile da 26 milioni di utenti, in 17 milioni accedono alla piattaforma ogni giorno, 10 milioni lo fanno attraverso un dispositivo mobile. Facebook, in Italia, abbraccia una popolazione rappresentativa del 44,3 % del totale nazionale, il 69,8% dei cybernauti. Twitter è seconda, ma a distanze siderali. Sempre stando ai dati del Rapporto che analizza il flusso di utenti sui social network in Italia, infatti, sono circa 4 milioni gli utenti che usano 'cinguettare' sul web (dati in riferimento al 2013), di cui 2,89 milioni attraverso apparecchiature smartphone e circa un milione utilizzando i tablet.

Distaccato anche G+, il social network brandizzato Google. Secondo le statistiche di WeAreSocial, la piattaforma conta 11,7 milioni di account registrati (anche grazie al servizio di posta elettronica offerto), a fronte, però, di una popolazione attiva di soli 3,8 milioni di utenti. Google+ si afferma viceversa tra i marchi più affermati, il 70% de quali dispone di un profilo sulla piattaforma.