A noi Italiani piace molto telefonare ad amici e parenti, ma, all'arrivo della bolletta preferiremmo non avere brutte sorprese. Forse non tutti sanno che il VoIp rappresenta una valida alternativa ai normali contratti di telefonia fissa: per chi possiede un computer ed una connessione adsl, infatti, si tratta di un ottimo modo per risparmiare sul costo delle telefonate verso fissi e cellulari, in Italia e nel mondo. Analogamente a quanto si fa per scegliere un operatore di telefonia fissa, anche in questo caso per trovare il giusto abbonamento occorre dedicare del tempo al confronto delle migliori tariffe VoIp presenti sul mercato, valutandone per ciascuna costi e condizioni del servizio.

La tecnologia VoIp, che tradotto sarebbe "voce attraverso protocollo internet", permette di effettuare chiamate da pc verso telefoni fissi e cellulari ad un costo molto contenuto. Per quantificare il risparmio che gli operatori VoIp garantirebbero rispetto a quelli tradizionali, l'Osservatorio SuperMoney ha confrontato i costi delle rispettive offerte. Per effettuare la simulazione si è preso come campione un utente medio che non voglia superare i 35 euro mensili di spesa telefonica.

Gli operatori di telefonia fissa permettono di effettuare chiamate verso i fissi ad un costo medio di 17-22€ al mese, mentre le chiamate verso i cellulari costano dai 19 ai 35 centesimi al minuto. Gli abbonamenti VoIp invece, hanno un costo decisamente più contenuto: quelli "flat", in particolare, permettono di chiamare senza limiti pagando un canone che varia dai 4,36€ ai 10€ al mese. L'opzione Senza Limiti Italia di Skype, ad esempio, costerebbe solo 52,32€ l'anno contro i 210€ di Parla Facile di Teletu.

A conti fatti, si tratta di un risparmio di quasi 158€, una cifra che in bolletta fa certamente la differenza. Ciononostante, sono ancora pochi i consumatori che utilizzano la tecnologia VoIp per effettuare chiamate. "La scarsa diffusione degli operatori Voip è dovuta sicuramente a fattori non economici, come il problema del digital divide: ci sono zone del nostro Paese, infatti, ancora senza le infrastrutture necessarie per la connessione ad internet. Anche una certa resistenza verso le nuove tecnologie gioca sicuramente il suo ruolo" spiega Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney.

Solo il 28% degli Italiani, infatti, è abituato a servirsi del VoIp e la maggior parte di loro lo sfrutta solo per chiamate entro i confini nazionali. Le chiamate effettuate, inoltre, sono solitamente molto brevi: la quasi totalità degli utenti effettua infatti chiamate della durata massima di 15 minuti, mentre solo l'1% di loro supera la mezz'ora di chiamata. Stesso discorso per le telefonate internazionali, di cui solo il 2% supera i 30 minuti.