Ad oggi, il settore delle telecomunicazioni accede ad una fetta di mercato sempre più grande. Questo è dovuto al numero sempre maggiore di persone che per varie ragioni entrano a far parte del mondo di internet ed è indubbiamente per questo che si trovano sempre più offerte vantaggiose di Telecom, Infostrada, Tiscali e molte altre aziende del settore.

Non solo le linee adsl di casa hanno permesso un uso maggiore di internet, ma indubbiamente la maggiore espansione di questo mercato è dovuto grazie alle nuove tecnologieportatili che permettono di accedere al web ovunque ci si ritrovi. Infatti, dopo internet in casa adesso si possono anche trovare tariffe convenienti per le chiavette internet che permettono di usare internet dal computer anche fuori casa, oltre che i tablet, fino ad arrivare agli smartphone.

Uno degli argomenti dei quali si sta parlando sempre più è la "social privacy" e per rispondere a quante più domande possibili su tale argomento ci ha pensato il Garante della privacy con il suo "Social Privacy- Come tutelarsi nell'era dei social network", disponibile in modo cartaceo a partire da domani 27 maggio fino al 29 maggio al Forum Pa a Roma e già disponibile online.

Questo argomento molto attuale riguarda non solo i sempre più giovani utenti che accedono maggiormente ai social network e che finiscono molto più spesso di quanto si pensi vittime di molestatori e cyber bulli che pensano di essere protetti dall'anonimato.

Anche i più adulti che si svelano essere inesperti nell'utilizzo del mezzo. Infatti nessuno si salva: dagli utenti che installano app sbagliate lasciandosi ingannare da parole come "gratis" a professionisti che mettono a rischio i loro contatti di lavoro.

In questo vademecum sono stati analizzati i principali fenomeni, problemi e opportunità legate all'uso dei social network e propone quindi soluzioni e consigli per chi è vittima di comportamenti illeciti, ma permette inoltre di dare consigli utili a famiglie, insegnanti, manager e vari esperti.

Inoltre vengono prese in considerazione nuove frontiere nate non solo dai social network tradizionali, ma anche numerose piattaforme di messaggistica istantanea, nati e cresciuti in relazione alla veloce diffusione di smartphone, phablet e quelle che oggi vengono chiamate "tecnologie indossabili" come ad esempio orologi e occhiali intelligenti.

Questa non è la prima guida pubblicata dal Garante, infatti, già nel 2009 vi fu un altro vademecum, ma considerato il particolare interesse e apprezzamento è stato deciso di aggiornarne i contenuti e modificare lievemente la forma.

Questa nuova guidaè composta da quattro capitoli: il primo è "Facebook& co.", seguito da "avvisi ai naviganti", "ti sei mai chiesto?", "dieci consigli per non rimanere intrappolati". Inoltre viene posta molta attenzione a quei nuovi fenomeni nati dalla rete come le false identità, il sexting, e il cyber bullismo che rischiano di rovinare la vita di molti giovani, anche minorenni.

A chiusura del vademecum vi è un'utile guida per chi non è molto esperto del settore, "il gergo della rete" che spiega con un linguaggio molto semplice quali sono le principali espressioni gergali che si incontrano maggiormente in internet.