La connessione internet adsl rientra ormai a pieno titolo tra le utenze domestiche irrinunciabili. Merito anche delle offerte di operatori come Infostrada, Tiscali, Telecom e così via, che sempre più spesso includono nelle loro tariffe la possibilità di navigare illimitatamente da casa.

Trovare la tariffa per l'adsl più vantaggiosa ormai è semplice grazie ai numerosi portali di comparazione online. Al contrario, trovare una connessione adsl della velocità desiderata non è altrettanto semplice: non tutte le città hanno le infrastrutture per la connessione super veloce e spesso la navigazione è rallentata.

Spesso inoltre si sottoscrive una tariffa per la connessione adsl che promette una certa velocità di download e upload, ma spesso viene il sospetto di navigare ad una velocità inferiore di quella descritta nell'offerta del gestore di telefonia.

Per tutelare i consumatori da qualsiasi forma di truffa, l'Agcom aveva messo a disposizione sul sito MisuraInternet.it uno strumento in grado di rilevare la velocità della connessione internet, in modo da verificare se corrispondesse con quanto promesso dall'operatore.

Questo strumento ora viene integrato dall'Autorità con una nuova procedura, più veloce ed efficiente, per inoltrare i reclami in caso di incongruenze. Come si legge sul sito dell'Agcom, a partire dal 7 aprile sarà disponibile "una nuova e più efficiente modalità di invio dei reclami all'operatore con allegato il certificato Agcom che attesta la violazione contrattuale per scarsa qualità della connessione ad Internet, direttamente dal sito www.MisuraInternet.it".

"Infatti, nell'area del sito destinata alla gestione da parte dell'utente dei test effettuati, oltre al certificato attestante il mancato rispetto degli standard minimi di qualità, sarà presente un pulsante "Invia reclamo all'operatore" che consentirà all'utente di inviare immediatamente il reclamo direttamente alle diverse task force predisposte dagli operatori per la gestione dei reclami provenienti dai progetti Agcom MisuraInternet, evitando così un successivo e più complicato inoltro con fax o raccomandata".