Presto le offerte di Infostrada, Telecom Italia o Tiscali ci consentiranno di soddisfare solo in minima parte le nostre esigenze di connessione. Questi piani tariffari infatti propongono soltanto la combinazione di connessione internet e telefono fisso senza considerare la possibilità di una navigazione tramite smartphone e tablet.

Infatti trovare una chiavetta internet conveniente oppure una adsl non ci basterà più, dovremo andare ben oltre per appagare il nostro desiderio di essere sempre in grado di navigare. È probabile che presto o tardi gli abbonamenti a una connessione a internet globale la faranno da padroni sul mercato, dando la possbilità al consumatore di restare connesso illimitamente sia da pc sia da smartphone con lo stesso piano tariffario.

È un dato di fatto ormai che le connessioni internet in mobilità da smartphone e tablet siano in crescita proprio a scapito delle connessione fissa da casa. Tuttavia l'innovazione tecnologica ci porterà ben oltre. Il futuro è l'internet of things, l'internet delle cose, ovvero l'estensione della rete a tutta una serie di oggetti di uso quotidiano, che improvvisamente diventeranno smart e interconnessi tra loro.

La connessioni a internet inoltre permetterà a questi oggetti di comunicarci dati su se stessi e sull'ambiente che li circonda; immaginare le potenzialità di tutto questo è impossibile: l'idea più semplice tuttavia è proprio quella di creare una smart home in cui tutti gli oggetti sono connessi tra loro. Se, come è molto probabile, l'internt delle cose si espanderà, arriverà a coprire qualcosa come 26 miliardi di dispositivi entro il 2020, un numero di gran lunga superiore a quello attuale di smarthphone, tablet e pc.

Cisco, una delle più grandi aziende tecnologiche al mondo, ha da poco creato una divisione industriale dedicata agli oggetti interconnessi, stimando che il fenomeno dell'internet delle cose avrà un impatto sulla società superiore a quello che ha avuto internet stessa, visto l'enormità di dati aggiuntivi che la rete dovrà essere capace di assorbire, gestire ed elaborare anche in un'ottica di marketing super personalizzato. Per dare un'idea delle potenzialità vediamo alcuni dei settori di sviluppo indicati da Cisco.

Innanzitutto il marketing in tempo reale: le aziende avranno a disposizione una visione completa del comportamento dei loro clienti e potranno realizzare operazioni di marketing altamente personalizzato sui bisogni e sulle abitudini del cliente. Sarà possibile creare fabbriche intelligenti: la connettività migliorerà l'efficienza delle linee di produzione, dei magazzini e delle catene di distribuzione.

L'internet delle cose è strettamente legato anche allo sviluppo delle Smart Cities: semafori, parcheggi e navigazione saranno sempre più intelligenti; la gestione della sicurezza delle infrastrutture elettriche, l'affidabilità e la sostenibilità della distribuzione di energia miglioreranno grazie all'enorme mole di dati disponibili su ogni singolo utente e fornitura energetica. Allo stesso modo potranno essere implementati i sistemi di gestione dei rifiuti.