Il tablet è un dispositivo elettronico molto utile perché la sua caratteristica principale è quella di essere a metà tra uno smartphone e un pc e di avere di entrambi le migliori funzionalità. Alla stregua di un pc, scegliendo una delle offerte di Tiscali, di Telecom o degli altri operatori di telefonia, sarà possibile connettersi ad internet, o ancora, effettuare delle telefonate e come se fosse uno smartphone.

Il tablet, infatti, è un dispositivo che può collegarsi ad internet sia tramite una linea mobile 3G o 4G fornita da un operatore telefonico mobile, che tramite wi-fi ad una linea telefonica fissa: in questo caso, scegliere una chiavetta internet inclusa nella tariffa oppure una tradizionale connessione fissa ci aiuterà a spendere poco e a navigare in libertà anche dal tablet.

Il tablet a volte può costare tanto e molte volte non si dispone della cifra intera per acquistarlo: in questi casi, proprio come per lo smartphone, sarà possibile sceglierlo in abbinato ad una tariffa telefonica e pagarlo a rate includendone il prezzo insieme a quello del servizio telefonico offerto dall'operatore.

Abbinando un tablet ad un piano tariffario sarà necessario scegliere una Sim che ci permetta di navigare online anche fuori casa sfruttando proprio il traffico dati previsto dall'abbonamento.

Sicuramente acquistarlo a rate è un valore aggiunto per il consumatore perché a piccole dosi potrà comunque avere il tablet dei suoi sogni e risparmiare: si stima, infatti, che una soluzione del genere potrebbe far risparmiare fino al 10% in più rispetto alle tariffe tradizionali.

Se acquistassimo un tablet da un rivenditore di elettronica e poi, a parte, abbinassimo una tariffa telefonica per poterlo collegare alla rete internet mobile, servirebbero fino ai 35 euro al mese, considerando anche quantità di traffico dati molto ampie, e normalmente il consumo medio si stima attorno agli 1- 2 Gb di traffico internet al mese.

Prima di scegliere un tablet in abbonamento, però, sarà bene seguire qualche suggerimento che ci permetterà di capire come arrivare alla scelta giusta. Prima di tutto bisognerà capire realmente che consumo faremmo del traffico dati: usarlo ogni giorno o usarlo due volte a settimana cambierebbe molto sia il traffico di cui esigiamo sia il costo della tariffa.

Dopo aver stilato il nostro profilo di consumo tipo, sarà bene confrontare le offerte online perché grazie ad una dettagliata analisi delle condizioni offerte potremo scegliere quella più adatta a noi.

Una volta scelta la tariffa, poi, sarà bene controllare tutte le voci di spesa contenute nel contratto perché molte volte sono previste spese aggiuntive (es. il traffico extra soglia) non esplicitate nel prezzo complessivo della tariffa.

Per esempio, se si fa un uso massiccio della connessione in mobilità perché si usa il tablet anche per lavorare, allora sarà bene scegliere una tariffa che includa almeno 4 Gb al mese.

Se si fa un uso frequente del tablet e della connessione ad internet sarà bene sceglierne una che includa almeno 3 Gb, e sceglierne una da 2 Gb se lo si usa solo sporadicamente o un paio di volte nell'arco della settimana.