Per chi desidera restare sempre connesso e lasciarsi andare a viaggi virtuali di ogni genere, ormai ogni gestore della linea telefonica fissa propone una vasta gamma di soluzioni che aggiungono alle tradizionali offerte voce anche tariffe di internet ADSL vantaggiose per navigare senza limiti.

Grazie anche all'aiuto di portali di confronto online è possibile avere una panoramica delle offerte disponibili al momento e scegliere i prodotti di Telecom o quelli degli altri giganti del settore telefonia a seconda delle proprie esigenze. Si tratta di porre semplicemente un'attenzione maggiore ai volumi di consumo dati cui siamo abituati, in modo da capire se ci occorre ad esempio un'offerta ADSL o una copertura a fibra ottica, adatta a consumi nettamente superiori.

Proprio a questi ultimi giorni risale la notizia che Telecom Italia e Enel Energia si sono unite per poter sviluppare la copertura a fibra ottica, un sistema di connessione molto più veloce in download e in upload, particolarmente adatto ad aziende e uffici cui il traffico dati ADSL non basta più.

Si tratta di un accordo fondamentale, che consentirà, in una sorta di "mutuo aiuto", di confrontarsi per capire se Telecom potrà appoggiare la fibra ottica sulle reti Enel, in modo da sviluppare collegamenti per la telefonia mobile (qui si parla di collegamenti con stazioni radio base) e per la telefonia fissa.

Questa congiuntura positiva tra i due giganti della telefonia e dell'energia concentrerà i suoi sforzi anche nella realizzazione di cabinet stradali da elettrificare e nella costruzione di nodi di rete in fibra ottica che servirà ad Enel per mettere a punto una sorta di "griglia intelligente" (termine tecnico, Smart Grid) per permettere il passaggio di energia elettrica in modo più veloce e migliorare la fornitura al cittadino.

Di questa collaborazione fruttuosa per i due player parla il Direttore Technology di Telecom Italia Roberto Opilio: "L'iniziativa conferma la volontà di Enel e nostra di avviare modelli di sviluppo sostenibile e di realizzare architetture di telecomunicazione sempre più innovative in grado di offrire servizi evoluti utilizzando infrastrutture già esistenti o tecniche di posa della fibra a basso impatto ambientale".

Per quanto poi concerne i numeri legati al lavoro della sua azienda, Opilio afferma che: "il progetto ben si inserisce nell'ambito della strategia da noi adottata per la diffusione della banda ultra larga, che grazie agli importanti investimenti, potrà raggiungere nel 2016 oltre 600 comuni italiani e distretti industriali per una copertura di oltre il 50% della popolazione".

Per quanto riguarda invece Enel, Livio Gallo, Direttore Divisione Infrastrutture ha commentato con soddisfazione il lavoro di partnership con Telecom, sostenendo che "il risultato di questa collaborazione contribuirà alla digitalizzazione del Paese e al raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda Digitale, fornendo anche un contributo in termini tecnologici allo sviluppo delle reti elettriche intelligenti".

Sempre con uno sguardo all'innovazione tecnologica e alle sue conseguenze benefiche sull'ambiente circostante, Livio Gallo prosegue: "tali reti sono capaci di integrare tecnologie tradizionali con soluzioni innovative digitali, promuovendo l'utilizzo del vettore elettrico e l'integrazione della generazione da fonti rinnovabili, fornendo un contributo notevole al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità con un benessere sociale, economico e di competitività per l'intero Paese".