L'utilizzo della connessione a internet pervade ogni pagina del nostro mondo: dal lavoro a casa, dalla ricerca dei viaggi online fino alla visione di serie tv. Insomma, sempre più consumatori sono alla ricerca di offerte adsl convenienti che possano rispondere alle loro esigenze di navigazione.

La scelta dell'operatore merita poi una considerazione a parte: data l'importanza di cominciare subito con il piede giusto, è bene investire un po' più di attenzione nella scelta, in modo da navigare direttamente e senza problemi. Per questo è consigliabile sempre comparare i comparare i prodotti di Fastweb, ad esempio, con quelli di altri operatori.

Si può scegliere gestore anche in base al suo impegno nel risparmio energetico, un tema sempre più sentito dai consumatori. A questo proposito, è proprio Telecom Italia in questi giorni a proporre incentivi e sostegno ai giovani italiani che al momento stanno proponendo startup nel settore internet e digital, mobile e le cosiddette "green ICT".

L'investimento annunciato dall'Amministratore Delegato di Telecom Italia Marco Patuano sarà pari a 4,5 milioni di euro nei prossimi tre anni, agendo sul capitale sociale di piccole aziende in via di emersione. Una consistente fetta di questi (100mila - 500mila euro per ogni singola realtà selezionata) sarà invece destinata a quei progetti nei settori prima visti insieme.

Attraverso le parole di Patuano, osserviamo meglio le intenzioni del progetto: "dopo aver lanciato cinque anni fa, per primi in Italia, il tema del sostegno alle start up con il progetto Working Capital, Telecom Italia rafforza l'impegno concreto per la costruzione di un ecosistema digitale capace di stimolare - anche in un momento di congiuntura economica negativa - il meglio delle idee imprenditoriali innovative".

Un incoraggiamento quindi, che nelle note ufficiali dell'azienda, andrà ad inserirsi nel progetto Working Capital, che dal 2009 ad oggi si è impegnato nel finanziare 19 startup dopo aver valutato più di 6mila business ideas.

L'edizione ventura di Working Capital, che si rinnova ogni anno, sarà nel 2014 e prevede un ancora maggior supporto alle nuove realtà introducendo lo strumento del Crowdfunding, per finanziare i progetti attraverso piattaforme specifiche.