La presentazione del phablet Samsung Galaxy Note 3 è imminente e prevista per il 4 settembre: il nuovo device dell'azienda coreana, una via di mezzo tra uno smartphone ed un tablet, si presume che riscuoterà un grande successo; o almeno così pensa che sarà la stessa Samsung, visto che ha già pronti per quattro milioni si Galaxy Note 3 equipaggiati col processore Snapdragon 800: se questi sono i numeri di partenza, allora ci aspettiamo un massiccio battage pubblicitario.

Dunque all'IFA di Berlino 2013, anzi due giorni prima dell'apertura ufficiale della manifestazione prevista per il 6 settembre, Samsung mostrerà al mondo il suo nuovo phablet che, tra l'altro, ha appena passato la certificazione Bluetooth (avrà il Bluetooth 4.0 a bassa frequenza): vediamo allora cosa dicono le ultime indiscrezioni, visto che comunque sul Galaxy Note 3 è già stato detto di tutto e di più.

Samsung non solo è al lavoro sul Galaxy Note 3 con Snapdragon 800 ma anche ad una versione con Exynos Octa-Core, che però, stando alle voci più informate, non sarà messa in vendita nel mercato internazionale; in ogni caso si prospettano ben otto diverse versioni del phablet tra cui gli utenti europei, e dunque italiani, potranno scegliere.

Anche se Samsung ha in progetto di abbandonare Android nei prossimi anni (cfr l'articolo Samsung, addio Android: arriva Tizen), ovviamente il Galaxy Note 3 verrà equipaggiato col sistema operativo Android 4.3 Jelly Bean ed una serie di applicazioni per sfruttare al meglio la S-Pen; la memoria RAM sarà da 3 GB, il display da 5,7 pollici di tipo Super AMOLED con risoluzione Full HD a 1080p, la fotocamera da 13 megapixel.

Infine i colori del Galaxy Note 3: inizialmente Samsung immetterà sul mercato le varianti nero e bianco, poi sembra che abbia intenzione di lanciare dopo alcuni mesi anche un'inedita colorazione rosa.