Samsung Galaxy Note 3 in uscita il prossimo 4 settembre: mentre è ancora in dubbio se l'Italia vedrà il suo arrivo in due versioni, un'indiscrezione getta ombre sulla possibile assenza della fotocamera OIS tra le caratteristiche in dotazione al nuovo tablet.

Il Galaxy Note 3 dovrebbe essere commercializzato in due versioni: una con processore Quad Core Quallcomm 800 da 2,3 GHz Gpu Adreno e 3GB LPDDR3 di RAM ed un'altra con caratteristiche più performanti, con un processore Octa Core Exynos 5420 da 1.8 GHz con GPU ARM Mali T628.

Non si conosce effettivamente quale sarà la scelta di Samsung Italia relativa al nostro mercato, tuttavia una nuova ombra si affaccia sull'uscita di questo nuovo tablet. A riportarla il sito tuttoandroid.net che ci tiene a specificare si tratti per ora solo di un'indiscrezione.

Secondo la fonte, il nuovo Samsung Galaxy Note 3 potrebbe essere messo in commercio senza annoverare tra le sue caratteristiche tecniche la fotocamera posteriore da 13 mpix con tecnologia OIS. La tecnologia OIS (optical image stabilization) già implementata in molte fotocamere, rappresenta una novità assoluta per telefonini e tablet: permette, grazie ad un giroscopio dedicato, di captare le più piccole e impercettibili vibrazioni della mano e far sì che la lente si muova in senso diametralmente opposto, tutto a beneficio della qualità e della stabilità dell'immagine.

La tecnologia OIS, tuttavia, potrebbe non essere di serie al nuovo Samsung Galaxy Note 3 a causa di una vociferata scelta dell'azienda che potrebbe aver deciso di giocare questa carta in occasione dell'uscita del prossimo Galaxy S5. Se il rumor riportato da tuttoandroid.net dovesse essere confermato, potrebbe influire non poco sulle vendite del tablet: la nuova lavagnetta LG G2, sua diretta rivale, ne è invece provvista e in un mercato dove l'utenza si dimostra sempre più attenta alla qualità fotografica, potrebbe fare una netta differenza.