Gli acquirenti che venerdì mattina, 16 agosto, hanno cercato di acquistare un tablet Windows RT sul sito di Dell hanno potuto deliziare la propria vista con l'immagine del prezzo, 299 dollari, ma entro la fine della giornata il sogno è svanito e il tablet più economico è stato venduto in serie, o come si dice in gergo in bundle, con tastiera a 479 dollari. Nella mattinata di venerdì un tablet con 32GB di spazio al prezzo di 299 dollari è stato indicato come "esaurito" sul sito, a questo punto IDG News Service si informò sul prodotto per vedere se fosse ancora in vendita e poco dopo la quotazione è scomparsa dal sito, inoltre nel corso della giornata l'XPS 10 con 64 GB di storage è scomparso anch'esso dalla vendita online.

Dell non ha mai risposto alle richieste di commento riguardo questi repentini cambiamenti. L'azienda statunitense ha fatto diverse modifiche alle offerte per l'RT sul suo sito web e da venerdì sera aveva eliminato tutte le opzioni per un tablet standalone proponendo la vendita del solo prodotto, chiamato appunto XPS 10, in bundle con la tastiera; Dell ha abbassato i prezzi per il suo Windows RT tablet da maggio dopo che la società ha ammesso che stava vendendo poco. Quando è stato introdotto lo scorso ottobre l'XPS 10 è stato valutato 499 dollari per poi scendere a 299 dollari nel mese di maggio in un tentativo palese dell'azienda di fare up-selling nel tentativo di far respirare così un po' i suoi XPS 10 dopo le scarse vendite.

Ora l'unica possibilità di acquisto sul sito è in bundle con la tastiera e un pò confusamente i tablet da 32GB e da 64GB sono stati messi in vendita allo stesso prezzo,479 dollari; se si esclude la connettività le altre caratteristiche dei tablet sono uguali: infatti sono entrambi dotati di un processore da 1.5GHz Qualcomm Snapdragon S4, hanno uno schermo da 10.1 pollici che consente di visualizzare le immagini a 1366 con delibera 768 e girano sulla versione di Microsoft di Windows 8 per processori ARM come il Snapdragon.
Le tastiere sono molto costose come accessorio e possono essere paradossalmente più redditizie per Dell rispetto al tablet stesso, venderli insieme potrebbe anche essere un modo per la società di sgombrare i suoi XPS 10, secondo gli analisti, anche se l'obiettivo di Dell è ancora oscuro.

Le variazioni di prezzo arrivano in un momento in cui altri produttori si stanno allontanando da Windows RT: Lenovo ha smesso di vendere lo Yoga 11 attraverso il suo sito web, Asus ha detto che si sta allontanando dallo sviluppo di RT dopo il fallimento del suo VivoTab RT e Microsoft ha abbassato il prezzo del suo Surface RT tablet da 499 a 349.