La società di telecomunicazioni mobili Tim ha un problema dato dai tempi elevati, fino a quattro ore, per rinnovare le tariffe Internet degli smartphone. A farlo presente è stata l'Associazione Altroconsumo che, dopo aver raccolto le segnalazioni degli utenti, ha deciso di inoltrare in merito una segnalazione all'Antitrust, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Con i tempi elevati di attivazione di una promozione il rischio è quello che l'utente, non coperto dalla tariffazione agevolata, vada a pagare per la navigazione in mobilità molto di più. Altroconsumo ritiene che la Tim abbia dei problemi tecnici nell'attivazione delle promozioni Internet non solo per quelle che durano un mese, ma anche per quelle che hanno validità per una settimana.

Questo significa che, al momento del rinnovo della promozione, o il cliente spegne il dispositivo, oppure se questo rimane connesso ad Internet scatta la tariffa fuori piano con il rischio che il credito residuo venga letteralmente prosciugato. Altroconsumo è fermamente convinta del fatto che i maggiori costi, legati alla non tempestiva attivazione delle promozioni Internet su smartphone, siano illegittimi.

Questo perché in sede di conciliazione, a seguito della richiesta di risoluzione della controversia da parte di alcuni soci dell'Associazione, la Tim ha sinora riconosciuto sempre al cliente il rimborso integrale dei maggiori costi sostenuti. Ed in ogni caso, visto il persistere dell'immobilismo della Tim sulla questione, ha deciso di inviare una segnalazione all'Antitrust.