Fa il suo debutto sul mercato italiano al prezzo di 149 euro il nuovo Memo Pad 7 di Asus. Si tratta di un tablet con schermo da 7 pollici basato sul sistema operativo Android 4.2. Il nuovo tablet firmato Asus era stato presentato ufficialmente nel corso del Computex che si è svolto a Taipei dal 4 all'8 giugno scorso.

Nessuna novità rispetto a quanto già si conosceva sia riguardo al prezzo sia riguardo la configurazione di questo tablet Asus. Il Memo Pad 7 è un prodotto che si inserisce nella fascia bassa, dispone di un display da 7 pollici IPS multitouch capacitivo a 1280 x 800 pixel, ed è equipaggiato con un chip quad-core ARM Cortex -A7. Per il resto della dotazione troviamo 1 GB di memoria RAM e 16 GB di possibilità di archiviazione che possono essere ulteriormente ampliati mediante l'inserimento di una scheda microSd. Disponibili anche altri 16 GB di spazio di cloud.

Il nuovo tablet da 7 pollici firmato Asus è basato sul sistema operativo Android 4.2.2 Jelly Bean inoltre il device dispone anche di 2 fotocamere una posteriore da 5 megapixel, mentre quella frontale è da 1.2 megapixel.

Visti il suo prezzo di vendita che come abbiamo detto è di 149 euro e la sua dotazione hardware stiamo parlando di un tablet che andrà a fare concorrenza al Nexus 7, prodotto da big G, di cui dovrebbe uscire proprio nel corso delle prossime settimane una nuova versione.

Asus Memo Pad 7 ha un peso di 300 grammi circa e misura 120,6 x 196,8 x 10,8 millimetri e un'autonomia di ben 10 ore, inoltre una caratteristica che di sicuro renderà questo tablet molto apprezzato soprattutto tra i più giovani , è il suo rivestimento in plastica disponibile in diverse e brillanti colorazioni come:bianco, blu, grigio, verde e rosa.

Insomma con Asus Memo Pad 7 si può avere un prodotto valido glamour e dal prezzo accessibile visto che le alternativa che attualmente si potrebbero trovare sul mercato sono l'Acer Iconia B1 che ha un prezzo di vendita addirittura inferiore circa 119 euro, ma che però dispone di una dotazione sicuramente più povera. A questo punto non resta che aspettare le novità che ha in serbo per il pubblico Google.