Gli utenti che utilizzano dispositivi mobile come tablet e smartphone sono sempre più in aumento. Che le cose andassero male per i pc e molto bene per i tablet era chiaro da tempo, ma fino a qualche mese fa nessuno sarebbe giunto a pensare che le vendite dei computer a tavoletta, da sole entro il 2015 avrebbero superato quelle dei desktop e notebook.

Eppure questo sta scritto nella più recente indagine presentata da Idc, una delle maggiori società di analisi di mercato al mondo nel settore informatico. Secondo Idc, in particolare, le vendite di computer caleranno del 7,8% alla fine del 2013, molto più del previsto 1,3% stimato solo a marzo, mentre i tablet cresceranno del 58,7%.

Alla fine dell'anno questa corsa in due diverse direzioni porterà le tavolette a superare i laptop. Entro fine 2015, invece, avranno messo la freccia del sorpasso sull'intero comparto del pc, portatili e desktop insieme. A spingere i tablet, un dispositivo che ha avuto inizialmente successo per i bassi costi, sono diversi fattori: come fattore più importante abbiamo la portabilità, la consumerizzazione dell'It, la focalizzazione sul web, social media e posta elettronica, tutte funzioni che richiedono una bassa potenza di calcolo, batterie di lunga durata, accensione istantanea, funzioni intuitive.

In ogni caso, i pc non sono destinati alla morte. Nelle aziende, sostiene Idc, continueranno a ricoprire un ruolo importante anche se il tempo di utilizzo diminuirà a favore, appunto, di quello dedicato ai tablet.