Si chiama PEC, Posta elettronica certificata, è un particolare strumento di trasmissione via internet che equivale alla notifica a mezzo posta raccomandata. Questo sistema viene utilizzato in tutti i casi in cui la legge prevede il suo impiego, purché anche la casella del destinatario sia una casella di posta certificata, pena la perdita del valore legale.

Entro il 30 giugno 2013 tutte le imprese individuali dovranno munirsi della propria casella di posta certificata, anche se sono ancora poche quelle che hanno già provveduto alla richiesta. A chi è rivolto l'obbligo di utilizzare la PEC? Sono circa 3,3 milioni le imprese italiane individuali, compresi professionisti iscritti all'ordine e imprenditori, che dal prossimo 1 luglio 2013 daranno addio alla tradizionale casella di posta elettronica e si affideranno alla PEC.

Come fare richiesta di PEC? La casella di posta elettronica certificata deve essere richiesta collegandosi al portale PostaCertificata@ del Governo Italiano. L'attivazione di questo servizio è totalmente gratuita e può essere richiesta da tutti i cittadini maggiorenni in Italia.

Tra i vantaggi più concreti dell'utilizzo della Pec rispetto ai mezzi cartacei tradizionali, rappresenta un notevole risparmio economico per le Pubbliche Amministrazioni e per i cittadini la possibilità di un miglioramento del servizio, senza code agli sportelli e snellimento dei tempi di attesa.

Se per i cittadini resta la facoltà di poter aderire o meno all'iniziativa, dal 1° luglio non solo le società ma anche le attività individuali saranno obbligate a dotarsi di questo strumento. Le imprese che non aderiranno nei termini previsti dalla legge incorrono in sanzioni dai 103 ai 1032 euro. Tutte le imprese italiane verranno col tempo digitalizzate e risulteranno in uno speciale indice nazionale degli indirizzi Pec, in fase di preparazione, che raggrupperà le imprese registrate presso il Registro delle Imprese e gli Ordini professionali.