Smart Future è l'iniziativa che la Samsung porterà avanti in 300 scuole pilota, dislocate in tutta la penisola e già individuate, alle quali saranno forniti tablet e lavagne elettroniche per sostituire i soliti strumenti didattici con i recenti ausili tecnologici.

Il progetto riguarda scuole primarie e secondarie, quindi ragazzi dai 6 ai 16 anni, che riceveranno gratuitamente tablet e lavagne elettroniche, ma Samsung si impegnerà anche a creare una rete di supporto per il funzionamento di questi ausili.

Fornirà quindi una rete a banda larga wi-fi per ogni aula, software e applicazioni per il corretto funzionamento dei prodotti e avvierà dei veri e propri corsi di formazione per docenti, studenti e famiglie.

Le aule e i banchi avranno dei sistemi per consentire ai ragazzi un uso corretto dei tablet, la loro ricarica e conservazione in sicurezza, gli aggiornamenti che nel frattempo interverranno.

Il progetto tenderà anche a coinvolgere gli editori perché possano impostare i libri di testo secondo le nuove esigenze della trasformazione dei formati in senso non solo digitale ma anche interattivo.

Smart Future partirà a settembre 2013 in sette Regioni italiane e andrà avanti fino al 2015, di concerto con l'Università Cattolica di Milano che si occuperà di verificare i risultati ottenuti, con un continuo monitoraggio attraverso la costituzione di un Osservatorio sui Media Digitali a scuola.

L'iniziativa della Samsung è stata già avviata con successo in 27 Paesi del Mondo, dall'Africa agli Stati Uniti.