SuperMoney
NUMERO VERDE 800 032424

E-learning 2.0, a Roma l’Istituto Sacro Cuore Trinità dei Monti lo utilizza con successo

-

Le nuove tecnologie aumentano il livello di partecipazione degli studenti e li collegano con docenti di altri Paesi.

immagini

Lezioni hi tech con l'e-learning 2.0 E-learning, il futuro della formazione scolastica

Da un liceo della Capitale arriva una notizia che unisce l'apprendimento tradizionale, quello fatto di lavagne, banchi, cattedre a quello più sorprendente e innovativo legato al mondo di internet: l'e-learning 2.0, o open e-learning, come molti lo chiamano.

Una prestigiosa scuola della Capitale, l'Istituto Sacro Cuore Trinità dei Monti sta utilizzando Teleskill e-learning 2.0 per eseguire lezioni con collegamenti a distanza tra l'aula romana ed altre inglesi, francesi e spagnole.

Questa nuova forma di apprendimento sta suscitando un grande interesse tra gli alunni, che possono imparare da professori stranieri, "on line" in tempo reale, e allo stesso tempo rivedere le lezioni che vengono registrate a loro piacimento.

Qualora lo volessero, grazie a Teleskill e-learning 2.0, i docenti possono valutare i percorsi di approfondimento di ogni singolo alunno anche in modo "blended" con un'attività formativa che comprenda moduli e-learning e classe virtuale.

"Si tratta di primi, riuscitissimi esperimenti - dichiara Maria Luisa Campa, preside dell'Istituto - che saranno di certo destinati a ripetersi perché la nostra scuola ha una vocazione internazionale e gli alunni sono molto coinvolti da queste straordinarie tecnologie".

"Abbiamo messo con piacere le nostre soluzioni al servizio di una realtà prestigiosa come l'Istituto Sacro Cuore Trinità dei Monti - commenta Emanuele Pucci, amministratore delegato Teleskill - L'e-learning 2.0 rappresenta il futuro e collaborazioni di questo tipo dimostrano come le sue applicazioni possano essere realmente le più varie e articolate".

Il target di Teleskill e-learning 2.0 è davvero molto vasto. Oggi la formazione a distanza è una leva strategica nel settore della formazione, ma sta diventando sempre più rilevante anche per imprese di ogni dimensione. Può riguardare, come nel caso appena descritto, i docenti (o le università) che abbiano alunni che frequentano i corsi a distanza, ma anche aziende con reti vendita diffuse sul territorio e che necessitino di formarle o aggiornarle.

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento