Avere un Router o Modem Wifi per connettersi a Internet ormai è nella norma: tra smartphone, tablet e pc portatili vari in giro per casa non avere la scomodità dei cavi è una gran bella cosa. Molti però non sanno che una rete Wifi richiede alcune accortezze per evitare guai o semplicemente per evitare che qualche mal intenzionato usi la nostra rete per fare chissà cosa facendoci passare dei guai. Alcuni decidono di lasciare la propria rete "aperta" per condividerla con chi non ce l'ha; ovviamente non discutiamo di questa scelta, ma è chiaro che si decide di intraprendere questa strada bisogna poi saper proteggere i propri dispositivi ed i propri dati che si lasciano in rete.

Passiamo quindi ad elencare quali sono queste precauzioni se avete una rete WiFi in casa, ricordando che in Italia è reato bypassare la protezione di una rete protetta.

Il primo passo da fare è cambiare la password wifi che è impostata di default. Perchè farlo? Semplice, i modem dei vari gestori (Alice, Fastweb, Teletu ecc.) hanno tutti una particolarità: usano un algoritmo per generare la password di default. Cosa significa questo? Che chi conosce questo algoritmo (praticamente tutti) usandolo può tranquillamente sapere quale è la password della vostra rete wireless ed entrarci. Se vi fate un giro in internet trovate una tonnellata di software che è in grado di calcolare la password solo utilizzando l' SSID - (Service Set IDentifier) o nome della vostra rete. Questi programmi sono facilmente reperibili per Smartphone e sono semplicissimi da usare.

Bisogna poi prestare attenzione alla scelta della password.

E' buona cosa evitare password banali tipo il cognome, il nome, la data di nascita o parole che praticamente utilizzano tutti come ad esempio "Password". In genere è meglio utilizzare anche Maiuscole e Numeri all'interno della parola chiave; in questo modo si rende la vita difficile a chi volesse trovarla.

Qualcuno dice anche di cambiare l'SSID della rete, ossia il nome identificativo; potete anche farlo, ma tanto se la vostra rete è accesa chiunque vedrà il nome della rete. E' un parametro che viene trasmesso in "chiaro".

Altra cosa da fare è cambiare la password e nome utente del vostro Router o Modem che permette di accedere alla configurazione. Anche qui di solito ci troviamo di fronte a utenze standard in cui il nome utente è: "Admin", "Administrator" e la password "Pass", "Admin", "Password".

Altra buona norma relativa al Router è cambiare gli indirizzi ip della propria rete. Perchè? Anche qui si segue uno standard; di solito il router avrà come IP i seguenti: 192.168.0.1 , 192.168.1.0 e cosi via. Ne consegue che gli indirizzi ip della rete che verranno dati ai vostri apparecchi saranno della classe 192.168.0.X, quindi molto facili da rintracciare.

C'è anche un altra possibilità per garantire la sicurezza: Filtrare il MAC address (Media Access Control), assegnato in modo univoco dal produttore ad ogni scheda di rete. In sostanza non esiste scheda di rete che abbia lo stesso MAC address, pertanto nella vostra configurazione potete decidere di abilitare l'accesso solo ad alcuni MAC address che saranno ovviamente quelli dei vostri apparecchi. In questo modo nessun altro potrà connettersi. Anche qui va detto che c'è il modo di bypassare questa sicurezza….. però devono essere abbastanza bravi.

Dovete anche scegliere il tipo di crittografia della rete wireless. Di solito sono WEP, WPA, WPA2; la più sicura ovviamente è la WPA2. Anche qui ovviamente ricordate che potete avere la miglior crittografia del mondo ma se mettete una password banale (tipo: 1234) c'è poco da fare. Più è lunga e strana, più sarà difficile "bucare" la vostra rete.

Queste sono solo alcune delle accortezze da prendere quando si ha una rete Wifi ma ricordate una cosa: come disse un famoso Hacker "Un computer sicuro è un computer spento".

Tutto è violabile, ma sicuramente si può rendere la vita difficile ai malintenzionati con alcuni accorgimenti.