Il settore tablet è in fermento, a dirlo gli analisti di Idc, che rendono pubblici i dati del primo trimestre 2013, che ha chiuso con un incremento esponenziale anno su anno del 142,5%

Il risultato mostra due tendenze di un mercato in pieno progresso che non avverte la crisi, la prima precisa, che sebbene Apple, sia la regina per antonomasia dei tablet, ed pur aumentando del 65% i quantitativi di iPad sul mercato, ben 19,5 ml, sembra stia perdendo una fetta del mercato, a fine marzo la share di Apple è infatti scesa dal 58,2 del primo trimestre 2012 al 39,6 di quest'anno.

La seconda tendenza vede un'ascesa delle tavolette Android, che hanno catalizzato il mercato, con Samsung che ha conquistato una quota di mercato pari al 17,9%.

Dai numeri di Idc permane comunque la certezza che Apple, specie grazie alla robusta domanda di iPad Mini e dell'ultima versione dell'ipad lanciata in autunno, possa ancora esibire una market share che batte quella di tutti i suoi concorrenti messi insieme. Inoltre il tablet di Cupertino, risulta quello che registra il miglior grado di soddisfazione fra la clientela americana.

Però dai dati emerge anche come anche Samsung stia crescendo in modo esponenziale nel comparto vendite, 8,8 ml di unità spedite, una crescita di poco inferiore al 289 per cento; tutto ciò lascia immaginare che il gap tra le due grandi rivali possa assottigliarsi sempre più nell'immediato futuro.

Non si esclude che anche nei tablet possa venire a crearsi una situazione di duopolio, già esistente negli smartphone. L'evoluzione sarà resa possibile dalle scelte di Google riguardo ai partner Oem cui affidare la produzione dei prodotti di nuova generazione, le carte "saranno presto scoperte" nel corso dell'ormai prossima I/O conference.