E' il peggior dato dal 1994: nei primi tre mesi di quest'anno il numero di personal computer venduti è sceso a 76,3 milioni (-13,9%), schiacciato dalla concorrenza dei tablet. E' quanto emerge dai dati rilasciati dalla società di ricerca IDC.

Non è bastato il recente lancio del sistema operativo Windows 8 a cambiare questo trend negativo, anzi avrebbe contribuito al calo delle vendite. Come spiega l'analista di IDC, Bob O'Donnel : "Mentre alcuni consumatori apprezzano le nuove modifiche di forma e le funzionalità touch di Windows 8, i radicali cambiamenti all'interfaccia utente, la rimozione del pulsante Start e i costi associati al touch, hanno reso i PC un'alternativa meno attraente rispetto a tablet e altri dispositivi della concorrenza. Microsoft dovrà prendere alcune decisioni molto difficili d'ora in avanti, se vuole contribuire a rinvigorire il mercato dei PC". Risulta sempre più evidente che i consumatori preferiscono acquistare smartphone e tablet al posto dei pc.

La top 5 dei maggiori produttori di PC

Tra i maggiori produttori di personal computer, Hewlett-Packard mantiene il dominio, con circa 12 milioni di pc venduti e un calo del 24% rispetto alle vendite dello stesso periodo nel 2012. Al secondo posto Lenovo con 11,7 milioni di pc venduti, senza variazioni rispetto rispetto al 2012. Al terzo posto Dell Computer con 9 milioni di PC venduti (-10,9% rispetto al 2012). Seguono Acer e Asus con cali di vendite rispetto al 2012 rispettivamente del 31,3% e del 19.2%. Apple non rientra nella top five ma negli USA ha registrato un calo di circa il 7% rispetto al 2012.