Google sarebbe pronto a rinforzare la sua posizione nel mercato dei tablet formato "mini" con una nuova generazione del suo modello: il Nexus 7. Indiscrezioni, ritenute molto attendibili, raccolte e pubblicate dalla Reuters, infatti, rivelano che il colosso di Mountain View avrebbe intenzione di far uscire, nel prossimo di luglio, la seconda generazione del Nexus 7.

I nuovi tablet dovrebbero montare un processore di ultima generazione della famiglia Snapdragon della Qualcomm, a differenza dell'attuale Nexus 7 che monta un Nvidia Tegra 3, un chip potente ma che si è dimostrato poco efficiente in termini di risparmio energetico.

Le principali critiche alla prima generazione del tablet Google, infatti, si sono incentrate spesso sulla scarsa durata della batteria. La Nvidia avrebbe assicurato che con il nuovo chip Tegra 4 le cose sarebbero nettamente migliorate, ma sembra che Big G abbia deciso comunque di passare ai processori Qualcomm. Il tablet sarà ancora assemblato dalla Asus. Sul design del nuovo Nexus 7 si sa ancora poco ma, quasi certamente, non ci saranno grossi stravolgimenti. Dovrebbe essere più sottile, con una "cornice" di inferiore spessore e con un display con maggiore risoluzione.

Google, che non commenta le voci, con il nuovo Nexus 7 punterebbe a distribuire tra i 6 e gli 8 milioni di tablet nella seconda metà del 2013, lanciando la sfida ai diretti concorrenti: il Kindle Fire di Amazon e l'iPad mini di Apple. Il prezzo del nuovo tablet, sempre secondo le indiscrezioni, sarebbe molto invitante: Google starebbe decidendo se venderlo a 199 dollari come la versione attuale -che verrebbe quindi scontata-, oppure di venderlo direttamente a 149 dollari interrompendo però la distribuzione del precedente.

Continua quindi la politica di prezzi aggressivi di Google: una scelta, spiegano gli esperti, che deriva dal fatto che Big G punta molto alla diffusione dei suoi Nexus 7 come piattaforma ideale su cui servire gli ad -gli annunci pubblicitari- che da sempre rappresentano il core business dell'azienda.