Uno studio pubblicato da "Vi knallgrau" ha denotato quali sono le pratiche migliori per le pagine Facebook con una media di centomila fan e una regolare frequenza di pubblicazione (una ventina di post al mese). Attraverso un'infografica, i risultati visibili dell'analisi condotta su cento pagine Facebook austriache, svizzere e tedesche sono molto chiari.

Prima di tutto, non è importante la quantità dei post, ma la qualità. Infatti, sono più efficaci quei contenuti postati che non superino le tre righe, e non pubblicati troppo assiduamente, la media ideale sarebbe da uno a dieci ogni tre giorni, preferibilmente prima di mezzogiorno e appena dopo le ore di lavoro. Il giorno migliore per pubblicare i post è la domenica e aggiungere video e foto può rivelarsi un punto di forza, ma solo se è strettamente necessario. Il contenuto dei post più virale è rappresentato dai contest (139%), gallerie di foto (73%) e immagini (69%). I video e i link postati, se non accattivanti e coerenti possono diminuire il livello di viralità rispettivamente dell'85% e 88%.

Infine, l'infografica ci espone il tipo di post più efficace, dividendolo in tre categorie: semplice, conciso ed emotivo. Il primo è quello più efficace, aumentando del 92% l'influenza del messaggio sulla rete; il secondo accrescerebbe la viralità del 56% e il terzo del 64%. Da questo si evince che il messaggio pubblicato dev'essere scritto con un linguaggio chiaro e comprensibile, ma non troppo, infatti, la concisione dev'essere accompagnata da un senso pratico notevole. Insomma, less is more, but not too much.