Steve Jobs aveva detto esplicitamente che un tablet di piccole dimensioni non avrebbe avuto senso, ma il mercato cambia velocemente e le persone hanno bisogno di praticità in mobilità: queste alcune delle ragioni che rappresentano il successo dell'iPad mini.

Il prezzo è ridotto rispetto al "fratello maggiore", elemento che lo rende forse più accessibile, ma questo rappresenta il punto cruciale della scelta? Il gap di prezzo tra i due non lo è abbastanza, la decisione dipende dalle preferenze sulle dimensioni.

Il mini iPad è molto sottile, (7,2 millimetri) e ha uno schermo da 7,9 pollici. Rispetto ad un iPad è ben il 23% più sottile e il 53% più leggero. Nonostante abbia dimensioni più ridotte rispetto ad un iPad, lo schermo ha la stessa risoluzione e questa è sicuramente una cosa positiva visto che rappresenta una caratteristica importante e che lo contraddistingue.

E' decisamente un oggetto comodo che permette di fare più cose rispetto ad uno smartphone e che può essere messo comodamente in tasca o in una borsetta, dunque la valutazione è tutta qui: spendo un po' meno avendo le stesse funzionalità, ma in uno spazio ridotto.

Come sempre dipende da ciò che si fa con lo strumento, o meglio da ciò che si fa maggiormente: la rinuncia ad uno schermo più grande a fronte di un minor costo diventa quindi una valutazione soggettiva.