Facebook starebbe progettando di inserire nelle proprie pagine l'hashtag, il sistema di rimandi ideato e utilizzato - con molto successo - dal rivale Twitter. A darne notizia è il Wall Street Journal, che cita fonti anonime vicine agli sviluppatori. Nell'ultimo periodo, il social network dei cinguettii sta conquistando sempre più utenti, e la sua popolarità è in crescita a discapito di altri siti: gran parte di questo successo è dovuto proprio al cancelletto, il simbolo # che permette di raggruppare tutte le discussioni su un determinato argomento.

Ora, Facebook starebbe pensando di imitare questo sistema - hanno riferito le fonti - anche se la cosa sarebbe ancora in fase di studio e non imminente. E' già una novità, comunque, vedere il team di Mark Zuckerberg, protagonista dell'innovazione più evidente dello scorso decennio, costretto in qualche modo a "rincorrere", ad imitare qualcun altro.

In effetti, l'hashtag si sta rivelando un sistema efficace. Ogni evento che interessa gli utenti di tutto il mondo (si pensi per esempio alle elezioni italiane o alla più recente elezione di Papa Francesco) si converte instantaneamente in un trending topic, generando commenti e prese di posizione da parte di migliaia di utenti. Non solo: il cancelletto, per Twitter, gioca un ruolo fondamentale anche a livello pubblicitario e quindi economico. L'azienda incoraggia infatti le grandi aziende come Coca-Cola o General Electric ad inventare hashtag per dare risalto ai propri messaggi di marketing. E lo stesso team di Twitter ha messo in risalto come almeno la metà degli spot andati in onda quest'anno negli Stati Uniti durante il Super Bowl contenessero ormai un hashtag di rimando.