Debutta oggi Surface, il tablet di Microsoft tramite il quale si apre una nuova sfida con un prodotto dotato di un vero sistema operativo, quindi in linea di principio più versatile e performante. La presentazione del nuovo dispositivo è stasera e da domani, 14 febbraio 2013, è garantita la disponibilità online e il lancio mondiale.

Il tablet monta uno schermo da 10.6 pollici con risoluzione ad alta definizione 1366×768 pixel. Il core è un un chip Arm, una piattaforma Tegra 3 rinvigorita da ben 2 GB di memoria RAM. La memoria interna, invece, cambia in base alle differenti versioni del dispositivo: 32 e 64 GB.

Integrati Wi-fi, Bluetooth e soprattutto porte Usb per collegare altre periferiche esterne, esattamente come un normale computer, senza cavi e/o adattatori. Integrate anche due fotocamere, uno slot per schede di memoria formato microSD e uscita video.

Il prezzo raggiunge quello di un normale computer: 500 euro, ai quali vanno aggiunti 130 euro per la typecover.

Infine, il nuovo tablet di Microsoft sembra che sia già stato testato anche con Linux e, secondo il sito tomshw.it: "Le prove sono state fatte con Ubuntu 12.10 e Linux Mint 14 e, in entrambi casi, c'è stato qualche problema di compatibilità hardware. A dare i maggiori grattacapi sono il chip Wi-Fi Marvell AVASTAR 350N e il touchscreen. In entrambi i casi bisogna intervenire manualmente per uscire dai guai, ma alla fine la soddisfazione arriva."