Un mercato di sicuro interesse e sempre in crescita, il money transfert diventa la nuova frontiera di guadagno per il social network più diffuso al mondo. Arrivato ormai ad un miliardo di utenti, Facebook prova a lanciare la piattaforma di trasferimento di denaro (money transfert) con un possibile mercato di oltre 500 miliardi di dollari. Tentando di dare la possibilità, sopratutto a risiede in aree rurali del continente africano e dei paesi in via di sviluppo, di poter ricevere denaro contante senza il fardello del trasporto del contante con il conseguente rischio di furti.

Potremmo dire ci riprova di nuovo Facebook dopo l'ormai sospeso progetto con PayPal che aveva provato già per i paesi africani di potersi inviare denaro da chi abitava nei paesi occidentali.

Per il momento il progetto attuale del social network prevede che attraverso la piattaforma di Azimo chi risiede nel Regno Unito possa inviare denaro per un importo massimo di 899 sterline mensili in oltre 100 Nazioni. La piattaforma d'invio sarà estesa presto anche ad altre nazioni. Le commissioni applicate sono di circa 5 sterline per ogni 500 inviate. Una commissione dell'1% di sicuro interesse per il tasso così basso e molto concorrenziale rispetto ai tassi fino al 10% che altre piattaforme applicano.

La procedura é tanto semplice quanto intuitiva. Basterà registrarsi su un sito web messo a disposizione dal social network con il proprio account Facebook e sarà così possibile inviare denaro al destinatario intestatario di un conto corrente e quindi in possesso di un iban. Già disponibile anche un'applicazione per iOs e Android.

Una corsa sempre più veloce per i social network all'e-commerce. Ricordiamo che Facebook ha da poco introdotto per i residenti di molti paesi la possibilità di comprare biglietti per gli spettacoli e molto altro con la funzione buy-ticket. Ma anche Twitter non si lascia scappare questo mercato di sicuro interesse che ha varato da poco, per i possessori di carta Amex e di un blog o sito di vendita, di poter inviare tweet di vendita a tutta la comunità.

I social network cambiano così faccia. Dalla funzione di essere solo delle piattaforme sociali d'incontro e discussione tra amici a piattaforme evolute dove la realtà si trasforma in ciberspazio. Dove la nostra vita sociale reale viene sostituita dalla vita virtuale.

La domanda è tra quanto i nostri account sui social network sostituiranno la nostra vita? Sicuramente non potranno mai sostituire ciò che noi abbiamo. La vita.