A quanto pare l'ormai celebre social network creato da Mark Zuckerberg introdurrà una spiacevole novità per quanto riguarda le modalità di fruizione del sito. Sembra infatti che l'azienda sia in procinto di sperimentare dapprima negli Usa, poi nel resto del mondo, i messaggi a pagamento.

L'azienda del giovane milionario è diventata un colosso a livello mondiale ed è in continua espansione. E' di questi giorni la notizia che il social network ha intenzione di creare un proprio servizio VoIP, andando cosi a mettere i bastoni fra le ruote a Skype, e come se non bastasse si parla addirittura del progetto di lanciare sul mercato il Facebook phone , indiscrezione che però finora non ha avuto alcuna conferma.

Cosi adesso si parla della possibilità di introdurre i messaggi a pagamento, che a quanto pare potrebbero rappresentare per l'azienda una vera miniera d'oro. Protagonista della novità è proprio il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg. Se le sperimentazioni in corso andranno in porto, chiunque vorrà inviare un messaggio al fondatore del social network dovrà pagare 100 dollari .Questa strategia avrebbe il doppio vantaggio di rimpinguare le casse dell'azienda e limitare in maniera consistente l'immensa mole di messaggi di spam che arrivano sul suo profilo.

Bisognerà capire in che modo funzionerà il sistema di pay-to-message. Infatti è facile pensare che qualora tutti i messaggi scambiati su Facebook divenissero a pagamento, il social network di sicuro non ne trarrebbe giovamento, visto che una delle principali ragioni del successo planetario avuto da Facebook è proprio quella di poter comunicare con i propri amici attraverso un servizio gratuito. Le voci dicono che si dovrà pagare (si parla di un dollaro a messaggio) soltanto se si inviano dei messaggi a coloro che non hanno condiviso l'amicizia con noi, anche se si tratta ancora solo di sperimentazioni.