La notizia non farà di certo piacere a tutti gli appassionati di smartphone e fotografia. Instagram, infatti, il più popolare social network dedicato alle immagini e al fotoritocco, ha disabilitato la compatibilità con Twitter Cards; vale a dire che tutti gli iscritti al social network "cinguettante" non potranno più postare le proprie immagini attraverso di esso, a meno che non accetti il rischo che di ritrovarsi con foto tagliate male o ingrandite a dismisura.

E' stato lo stesso Twitter a comunicare, attraverso un tweet indirizzato ai propri utenti, i problemi relativi alla visualizzazione delle foto che derivano dalla disattivazione del servizio da parte di Instagram. La piattaforma, con i suoi milioni di utilizzatori, è stata recentemente acquistata da Facebook, il maggior competitor di Twitter; il sospetto è che, dietro il malfunzionamento, ci sia lo zampino degli uomini di Mark Zuckemberg che, dopo aver ha sborsato oltre un milione di dollari per accaparrarsi Instagram nell'aprile scorso, adesso vuole far capire ai "rivali" chi comanda.

Il CEO di Instagram, Kevin Systrom, ha provato a spiegare le ragioni del malfunziomento sostendo che "qualche mese fa, abbiamo utilizzato le Twitter Cards perché avevamo una presenza minima sul Web. Da allora abbiamo conseguito diversi miglioramenti per il nostro sito, che hanno consentito agli utenti di interagire direttamente con i contenuti attraverso like, commenti, hashtag e per questo crediamo che la migliore esperienza da offrire sia quella di creare collegamenti con la piattaforma nella quale i contenuti hanno origine". Stando ad alcune indiscrezioni provenienti dal web, Twitter non si è fatto trovare impreparato e starebbe già programmando di realizzare un'App con una galleria di filtri da poter applicare alle foto sul modello di Instagram.