"Lol, is this your profile new pic?". Quando ricevete questa frase in chat da un vostro amico non si tratta di una simpatica domanda o di una modalità trendy per attaccare discorso, bensì di un virus, uno dei tanti che circolano in rete e Skype pare essere una delle piattaforme 'social' più colpite e più infettate da un certo punto di vista

Il contagio peraltro è immediato, un solo clic sul messaggio contenente la frase appena citata ed è fatta, l'entrata nel vostro pc per uno dei trojan più subdoli del momento verso è cosa certa; il virus difatti prende il controllo pieno della macchina e ne gestisce autonomamente le funzioni fino a trasformare l'apparecchio dell'utente in un vero e proprio 'computer zombie'.

Secondo gli specialisti di Sophos azienda leader nel settore dei sistemi di sicurezza informatica si è di fronte a una variante del famigerato Dorkbot diffuso in passato attraverso Facebook e Twitter. Ultimamente i social network sono comunque zone da tenere d'occhio riguardo la diffusione di virus, l'utente ha un approccio confidenziale verso questi programmi che riconosce istintivamente come sicuri ed efficienti. I virus infatti spesso e volentieri si diffondono attraverso le piattaforme social dato che hanno la possibilità di attaccare l'utente in modo più che subdolo, sfruttando i livelli di 'amicizia' dell'utente.

I computer coinvolti vengono arruolati nelle cosiddette botnet, eserciti di pc definiti "zombi" che permettono agli hacker malintenzionati di effettuare attacchi informatici Ddos o altri tipi di sabotaggi di un certo rilievo.