Processore Qualcomm Snapdragon S4 quad-core a 1,5 GHz (con architettura cortex-A15), RAM da 2 GB e memoria flash da 64 GB: queste alcune delle caratteristiche più innovative dell'Asus Padfone 2, il rivoluzionario device presentato dalla multinazionale di Taiwan nella giornata di ieri. Trascorsi pochi mesi dal lancio del primo Padfone il colosso del mercato informatico ha dunque deciso di proporre un nuovo modello, una versione talmente potenziata ed innovativa da essere considerata la più evoluta tecnologicamente tra tutti i dispositivi basati sul sistema operativo Android.

Device ibrido ed in grado di trasformarsi da smartphone a tablet, il nuovo Padfone presenta un utilizzo pratico ed estremamente intuitivo; il meccanismo di inserimento nella PadFone Station è stato infatti riprogettato ed avviene mediante semplice inserimento del cellulare all'interno dell'alloggiamento appositamente predisposto.

La stessa Padfone Station è stata poi oggetto di importanti modifiche: a darne prova un design più sottile ed un meccanismo di conversione da smartphone a tablet pratico ed estremamente veloce, in grado di garantire - tanto nella versione tablet quanto in quella smartphone - contenuti visualizzabili in modo nitido, dinamico ed immediato.

Lo smartphone, cuore pulsante dell'intero device, risulta poi estremamente perfezionato, il tutto grazie all'introduzione di un nuovo display (1280 x 720 HD Super IPS+ da 4,7 pollici) dotato di tecnologia antigraffio ed in grado di trasmettere immagini nitide e dettagliate. Perfezionati rispetto alla prima versione anche spessore e peso del dispositivo, adesso ridotti rispettivamente a 9 mm e 135 grammi.

Una fotocamera rinnovata (dotata di 13 megapixel ed in grado di scattare fino a 100 foto alla velocità di sei scatti al secondo e di registrare video HD 1080p HD a 30 fps, oppure HD 720p HD a 60 fps), una connessione mobile all'avanguardia (il device supporta infatti il protocollo di comunicazione LTE a 100Mbps) e un'incrementata durata della batteria (il dispositivo garantisce infatti sino a 16 ore di conversazione) completano le caratteristiche tecniche di un prodotto unico nel suo genere.

Come sottolineato anche da Repubblica.it, i progettisti hanno inteso immettere un ulteriore importante innovazione a livello di software mediante l'implementazione dell'app SuperNote, particolare funzionalità in grado di tradurre in diverse lingue gli appunti digitati ed immagazzinati nella memoria del dispositivo. Il costo del prodotto, che giungerà sul mercato italiano a novembre, oscilla tra i 799 euro della versione da 32 GB di memoria agli 899 euro di quella da 64 GB.