Si è da poco concluso l'atteso keynote di Apple, nel corso del quale è stato presentato ufficialmente il tanto atteso iPad Mini. Vediamone in sintesi le peculiarità più salienti. Il nuovo tablet ha un display da 7,9 pollici ed un design studiato per garantire un'ergonomia senza precedenti. Costruito partendo da un solo blocco di alluminio, riesce a stare nel palmo di una mano senza affaticarla visto che pesa solo 308 g, ossia il 53% in meno dell'iPad originale, con uno spessore di appena 7,2 mm (la riduzione è quindi del 23% rispetto all'iPad 3).

Nonostante la riduzione dello schermo Apple assicura che la resa in termini di risoluzione, qui di 1024 x 768, è la stessa già apprezzata su iPad 2 da 9,7 pollici. Questo comporta che nessuna delle 275.000 apps per iPad dovrà essere ottimizzata e saranno tutte immediatamente fruibili attraverso il nuovo dispositivo.

L'iPad mini monta il noto chip dual core A5 di Apple, una fotocamera frontale FaceTime HD a 720p ed un'altra posteriore iSight da 5 MP in grado di registrare video a 1080p. Supporta la nuova tecnologia LTE e dispone del sistema Wi-Fi 802. 11 a/b/g/n dual band 2.5 GHz introdotto sull'iPhone 5. Anche la batteria non sembra aver risentito di questa drastica dieta voluta dal colosso americano, visto che la sua durata si attesta intorno alle 10 ore, così come per l'iPad 3.

L'iPad mini Wi-Fi da 16GB negli Stati Uniti costerà 329$, quello da 32GB costerà 429$ e 529$ nella versione da 64GB. Per le versioni WiFi + 4G ci vorranno invece rispettivamente 459$, 559$ e 659$.La vendita della versione Wi-Fi, nella colorazione nera o bianca, scatterà il 2 novembre. Per il Wi-Fi + 4G invece si dovrà attendere il 16 novembre. Che dire di più? iPad mini è un vero e proprio "concentrato" di iPad a misura di tasca e non solo una sua mera riduzione. Basterà però questo a renderlo un successo di critica e pubblico? Tenete a bada la curiosità, pochi giorni e lo scopriremo insieme.