Quando venne presentato l'iPhone 5 (più o meno un mese fa, ormai) il connettore Lightning venne presentata come una delle maggiori innovazioni tecnologiche e di design del nuovo smartphone Apple. E non senza ragione. Il nuovo adattatore, con i suoi appena 19 pin, è più sottile e stretto rispetto al vecchio da 30 pin. Questa "cura dimagrante" ha permesso agli ingegneri della Mela Morsicata di avere maggior spazio di manovra all'interno del melafonino di sesta generazione. Così è stato possibile, ad esempio, inserire nello chassis una batteria dalle dimensioni maggiori rispetto al passato e spostare dalla parte alta verso la parte bassa il connettore jack per le cuffie.

Come troppo spesso accade, però, dei "piccoli" inconvenienti fanno da contraltare a queste innovazioni. Una su tutte, l'impossibilità di connettere gli accessori e periferiche ideati e realizzati per i vecchi modelli di iPhone e iPod (tutti dotati dell'obsoleto connettore a 30 pin) con il nuovo iPhone 5. Così, tutti coloro che hanno acquistato il nuovo iPhone per sostituirne uno vecchio, si sono trovati impossibilitati ad utilizzare i dock, casse e quant'altro avevano acquistato per il vecchio dispositivo. Naturalmente, Apple aveva presentato, assieme al nuovo iPhone, anche un connettore-adattatore, che permette di utilizzare il nuovo smartphone con i vecchi accessori. Peccato che Apple ha deciso di venderlo separatamente e in due differenti modelli: un modello che si collega direttamente allo smartphone al costo di 29 dollari, un altro modello dotato di un cavo al costo di 39 dollari.

Per giunta, alla data del lancio dell'iPhone 5, gli adattatori non erano ancora disponibili. Così, magari, ci si è trovati in possesso del nuovo smartphone, senza poter utilizzare i vecchi accessori. Apple, fortunatamente, sta ponendo rimedio iniziando a spedire la prima ondata di adattatori Lightning. Con appena un mese di ritardo rispetto al lancio dell'iPhone 5. I primi fortunati a ricevere l'adattatore sono alcuni ragazzi australiani che hanno entusiasticamente postato online la mail ricevuta dalla casa di Cupertino, con la quale venivano avvisati dell'imminente spedizione. Fortunelli….