Una ricerca condotta da Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano con Human Highway, ha messo in luce come a giugno siano stati 11,3 milioni gli utenti che hanno portato a termine acquisti online almeno una volta negli ultimi tre mesi, ovvero il 42,5% dell'utenza internet in Italia (soprattutto dopo la diffusione di internet adsl). La crescita registrata è del 22% rispetto a un anno fa.

I beni e i servizi più gettonati online sono: biglietti di viaggio (16,8% del campione) e a seguire libri, computer e periferiche per PC, capi di abbigliamento, ricariche telefoniche e soggiorni (7,4% del campione). Roberto Liscia, Presidente di Netcomm ha commentato: "La ricerca ha sottolineato ancora una volta l'importanza del ruolo del canale online per lo sviluppo del settore turistico. In un momento di congiuntura negativa, gli Italiani mostrano di cogliere, ancora più che nel passato, tutte le opportunità che la Rete offre loro in termini di risparmio, sicurezza e possibilità di confrontare le diverse offerte per le vacanze. Il Turismo pesa già il 55% sul totale dell'e- commerce".

L'e-commerce è, comunque, ancora distante dal giro d'affari innescato dall'informazione online, che si può stimare di 4 volte superiore. I siti che consentono agli utenti di scambiarsi informazioni e opinioni sui viaggi, ad esempio, vedono una crescita esponenziale. Questo sta a significare che la condivisione di informazione ha generato quel valore aggiunto e inestricabile che manca, ad esempio, sulla carta stampata.