I processi mentali che portano una persona all'acquisto di un bene di consumo o un servizio sono molto complicati. La fiducia, però, è un elemento imprescindibile. Il consumatore deve poter fidarsi ciecamente prima di mettere mano al portafogli. A questo proposito, secondo una ricerca del Politecnico di Milano, il web gioca sempre di più il ruolo del "leone".

Grazie alla capillare diffusione di internet adsl e internet mobile, i nuovi media (blog, forum, social network) stanno crescendo in maniera esponenziale e acquisiscono sempre più autorevolezza e prestigio presso gli utenti. L'indagine della School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con Mimesi (società del Gruppo Reed Business Information) è stata condotta su un campione di utenti web tra i 18 e i 65 anni e ha analizzato la frequenza di utilizzo dei media nuovi e tradizionali.

Il risultato della ricerca sottolinea come social network, blog e internet hanno assunto un livello di influenza molto elevato nel processo di acquisto di un bene da parte dei consumatori: ben 8 milioni di consumatori italiani hanno dichiarato di modificare le loro scelte d'acquisto a seguito delle informazioni acquisite attraverso i social media, 15 milioni si fidano pienamente di consigli e giudizi espressi nei blog e nei forum e 12 milioni ritengono credibili le informazioni pescate nei social network.

Inoltre, l'indagine mette in luce come 10 milioni di persone approfondiscano on line la conoscenza di prodotti che vedono pubblicizzati sui media tradizionali come televisione e carta stampata. Altro dato significativo: il 15% dei consumatori che utilizza internet ha dichiarato di ricorrere alla rete per la cercare informazioni.

Il ruolo di internet, quindi, per quanto riguarda la sfera informazione cresce e acquista importanza anche se bisogna dire che il web è spesso devastato dall'uso e che, purtroppo, diviene spesso contenitore di frustrazioni, megalomanie e protagonismi aberranti.