Uomini e donne sono diversi non solo nella vita reale, ma anche sul web. La maggior parte del pubblico femminile passa la maggior parte del tempo in cui è connesso in internet a comunicare con altre persone, mentre il pubblico maschile preferisce giocare.

A scoprire le diverse abitudini degli internauti è stato uno studio pubblicato dalla rivista Cyberpsychology, Behavior and Social Networking. La ricerca ha visto coinvolte 501 matricole della facoltà di psicologia di cinque università britanniche, a cui è stato sottoposto un questionario in cui dovevano dare un punteggio da 0 a 7 a seconda delle ore di utilizzo (7 corrispondeva a "più di 5 ore") per diversi tipi di applicazioni on line.

In base al risultato di questo sondaggio è emerso che, in quanto a ore, uomini e donne hanno raggiunto la parità, mentre sulle attività on line le differenze della vita reale si riflettono in quella virtuale. "Il nostro studio - spiegano gli autori dell'università britannica di Bath - ha scoperto che più che superare le differenze di genere che si riscontrano nel mondo reale, Internet le riflette, e in qualche caso le amplifica".

Le donne, come loro normale attitudine anche nella realtà, sembrano più propense alla comunicazione, per questo risultano più "ferrate" degli uomini nell'utilizzo dei social network (punteggio medio 4,5 contro 4,2 dei maschi), nelle e-mail (4,5 contro 4,3) e nelle telefonate via web. Gli uomini, invece, se la cavano piuttosto bene nei giochi on line, nelle attività di download di musica e video e anche nello shopping. In questo campo, però, le differenze si assottigliano: per gli acquisti online gli uomini hanno totalizzato un punteggio medio di 1,8 per gli uomini e 1,7 per le donne.