La capillare diffusione degli smartphone nel mondo sta cambiando radicalmente la telefonia e sta facendo registrare un conseguente "boom" dell'internet mobile non solo nei Paesi occidentali. E' sempre più massiccio, infatti, l'uso del web via cellulare da parte della popolazione cinese. Si pensi che, ad oggi, sono 700 milioni i cinesi che navigano via smartphone..

Questi dati sono stati resi noti dalla Global Mobile Internet Conference ospitata dal Great Wall Club, che ha aperto i battenti sabato scorso al China National Conference Center di Pechino. Nel settore della telefonia mobile, questo è, senza ombra di dubbio, il più importante evento in Asia e raccoglie un bacino di visitatori e professionisti composto da migliaia di unità: esperti di software e dei servizi, operatori telefonici, rappresentanti di governi, università, investitori e organizzazioni industriali.

Nel corso dell'evento sono emerse molte tendenze del mercato cinese relative all'utilizzo di dispositivi mobili per la navigazione in internet e Pony Ma, amministratore delegato di Tencent, uno dei principali portali internet del paese ha dichiarato: "Di fronte a questa esplosiva crescita del mercato in Cina dobbiamo affrontare numerose sfide in merito alla sicurezza, in particolare per gli smartphone basati su Android".

Phil Libin, ad di Evernote, invece ha reso noti gli obiettivi dell'azienda: "migliorare l'accesso a internet e l'affidabilità degli strumenti" e ha annunciato a sorpresa l'apertura ufficiale della versione cinese del celebre software di notetaking e archiviazione documenti (www.yinxiang.com). Inoltre, Yu Chengdong, amministratore di Huawei Business Group è intervenuto così sul mercato dell'hardware: "Dobbiamo puntare a telefoni cellulari di fascia alta per seguire la crescita dell'internet mobile in Cina". La manifestazione, quindi, ha reso bene l'idea del mix esplosivo rappresentato da un settore in crescita esponenziale, quello dell'internet mobile, e da un mercato enorme come quello cinese.