L'azienda di Mountain View Google, che ha raggiunto un successo stratosferico a cominciare dalla diffusione globale di internet adsl, non smette di stupire e di concentrare molte delle sue forze verso l'innovazione tecnologica. Dopo gli occhiali-smartphone di Google che dovrebbero entrare in commercio dalla prossima estate, ora si parla di auto senza pilota. In Nevada, infatti, è stata emessa la prima licenza di prova per le auto senza pilota proprio per far prendere concretamente il via al veicolo-prototipo di Google. Il sistema informatico messo a punto dall'azienda permette di controllare frenata, accelerazione e sterzo grazie ad un sistema combinato che unisce un software di intelligenza artificiale, un sistema di posizionamento e una serie di sensori per guidare l'auto in mezzo al traffico.

L'auto di Google, che vanta una targa a sfondo rosso con un simbolo che rappresenta l'infinito sul lato sinistro, è stata testata in autostrada nei pressi di Carson City e Las Vegas prima che venisse concessa la licenza. Un problema burocratico, però, si presenta dal momento che i regolamenti statali del Nevada richiedono che nella vettura siano presenti almeno due persone, una pronta a prendere il volante in caso di difetti del software, l'altra per monitorare il computer dell'automobile. Gli amanti dei motori, inoltre, si chiederanno: di che modello di vettura si tratta?

L'auto senza pilota di Google è una comunissima Toyota Prius che è in grado di accumulare Tali informazioni digitali nella memoria del sistema, dati che consentono al computer di trasmettere i comandi necessari a sterzo, acceleratore e freni. L'azienda Usa ha tracciato un altro solco verso il futuro? Sicuramente una bella iniziativa ma le perplessità rimangono ancora molte.