La società di analisi Strategy Analytics ha reso pubbliche le cifre riguardanti il comparto dei Global Mobile Media. I numeri sono davvero impressionanti, si pensi che, nel 2011, la spesa globale in contenuti multimediali, applicazioni e servizi per i telefoni cellulari ha superato i 100 miliardi di dollari. Per questo 2012, invece, si prevede un ulteriore incremento fino a sfiorare i 150 miliardi di dollari. Un settore che, come si comprende bene, è tutt'altro che in crisi, nonostante la difficile situazione economico-finanziaria occidentale.

Grandi aspettative, quindi, per il mercato del media mobile, anche perché i dati sottolineano un possibile incremento degli acquisti da parte degli utenti pari al 13,4 % nel 2012 rispetto all'anno precedente, si passerebbe così dai 121,8 miliardi di dollari del 2011 ai 138,2 miliardi dollari di quest'anno. Inoltre, Strategy Analytics, mette in luce come anche gli investimenti pubblicitari del settore dovrebbero corposamente aumentare, quasi raddoppiando: +85,4%, con 11,6 miliardi di dollari. Sommando, questa cifra all'incremento "puro", il settore dovrebbe veder girare durante i prossimi mesi una somma totale incredibile, circa 149,8 miliardi di dollari.

Questi dati, quindi, indicano dei consumatori attenti e pronti a spendere nel mobile, ma in che modo? Sappiamo che ben 60,2% degli utenti si dedica agli acquisti di piani tariffari comprensivi di traffico dati e navigazione su internet. La spesa che sosterranno per fare ciò entro fine anno sarà pari a 82,8 miliardi di dollari, se si verificherà l'incremento previsto del 9.5% rispetto al 2011.

La motivazione fondamentale alle basi di questo "boom" del media mobile, si deve ricercare nella diffusione di internet mobile e nelle applicazioni per smartphone (soprattutto iPhone di Apple e Android, di proprietà di Google). Giusto per comprendere l'entità dell'apporto delle app. al mercato, si pensi che nel solo 2011 sono state vendute 23 miliardi di applicazioni, superando all'inizio del 2012 il fatturato di 32 miliardi di dollari. Le applicazioni sono anche molto importanti per quanto riguarda le inserzioni pubblicitarie come afferma David MacQueen, direttore di Strategy Analytics Wireless Media Strategies: "Gli inserzionisti cercano di attrarre e colpire. Pertanto il fatto che le aziende tendano a spendere maggiormente per la pubblicità in app. che per il web advertising mobile è un chiaro segno del fatto che le app. sono ciò che gli utenti finali utilizzano maggiormente".