La connessione Telefono ADSL è oggi imprescindibile per comunicare, così, mentre fino a qualche anno fa le nostre comunicazioni avvenivano tramite lettera , o chiamate telefoniche oggi nelle case e negli uffici è indispensabile avere una connessione internet legata al proprio telefono fisso. Poste Italiane, che in questi anni ha saputo cambiare la sua fisionomia per avvicinarsi alle nuove tecnologie nel campo della comunicazione, sembra ora pronta per mettersi in gioco anche nel settore della telefonia fissa con un progetto rivolto al Telefono ADSL.

Dopo il passaggio ai servizi di telefonia mobile con Poste Mobile, l'operatore virtuale delle Poste che con circa 2 milioni di utenti resiste nel mercato italiano soprattutto perché associato a servizi bancari e finanziari di pagamento, Poste Italiane guarda al campo di telefono fisso e internet adsl con offerte per aziende e famiglie. Il lancio in questo settore appare piuttosto rischioso perché in generale il mercato del fisso appare in calo un po' ovunque, ma potrebbe avere una finalità di rilancio nei servizi offerti dalle Poste ai suoi clienti.

Secondo le informazioni del Sole24 Ore, il fatto che il passaggio a Telefono ADSL non sia un semplice proposito, ma un progetto di reale consistenza, è stato indicato dalla circolazione di un bando pubblico (già concluso) destinato agli operatori, con l'obiettivo di trovare un partner tecnologico a cui Poste Italiane dovrebbe appoggiarsi per la realizzazione del programma per Telefono ADSL. Poste Italiane avrà bisogno, infatti, di una società con cui collaborare per la fornitura "di servizi di fonia tradizionale fissa, Voip e trasmissione dati" e per le connettività di base, mentre per i nodi telematici e i data center, potranno essere utilizzate le infrastrutture hi-tech che collegano i 14mila uffici postali sparsi per il Paese. Il bando prevede che il progetto Telefono ADSL abbia una rete di collegamento geografica ad alta velocità di trasmissione e che utilizzi la logica del cloud computing per migliorare le piattaforme tecnologiche delle aziende, che potrà essere utilizzata in vari modi: per i servizi di "memoria" dei dati, per i servizi di ecommerce e quelli dei pagamenti.

Poste Italiane penserà da una parte alle famiglie, con classiche formule Telefono ADSL a pacchetto, mentre per le aziende e i professionisti proporrà applicazioni software, con prodotti ad hoc. La concorrenza con gli altri operatori di telefonia sarà però molto dura ed è probabile che il successo dipenda anche dal partner che li affiancherà. I prezzi non sono ancora disponibili per poter fare un confronto diretto: si parla, per ora, di una velocità non garantita di 20Mb per i pacchetti disponibili, per poi andare a salire con quelli destinati a piccole e medie imprese.

Nell'attesa delle nuove offerte delle Poste Italiane, i consumatori che vogliono conoscere le proposte di Telefono ADSL più convenienti possono utilizzare il servizio di confronto di SuperMoney, per avere una panoramica sul mercato e per trovare l'offerta più conveniente e adatta alle proprie esigenze.