Il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta e l'amministratore delegato di Vodafone Paolo Bertoluzzo, siglano il protocollo d'intesa Reti Amiche con il progetto "Vivi Facile", allo scopo di trasformare i cellulari in sportelli virtuali della P.A in grado di erogare informazioni utili che riguardano i servizi delle Amministrazioni Pubbliche, utilizzando i canali Vodafone.

Il seguente servizio non prevede costi aggiuntivi per chi già paga il canone mensile per l'accesso a internet e sarà sperimentato nel mese di marzo 2010 cominciando ad erogare servizi riguardanti la cultura; saranno infatti inviati agli utenti informazioni fornite dal ministero dei Beni Culturali sugli orari e i posti in cui si svolgono manifestazioni varie presso i musei nazionali quali mostre, inaugurazioni o eventi culturali.

Ma la vera novità sta nell'intenzione della Pubblica Amministrazione di estendere le informazioni ricevute sui cellulari anche ad altri settori, come ad esempio quello scolastico, sanitario e fiscale, coinvolgendo anche gli enti Inps e l'Agenzia delle Entrate.

Il progetto Vivi Facile è decisamente importante per la rete Vodafone, perché aiuta la Pubblica Amministrazione nel suo processo di innovazione e di vicinanza con il cittadino.

I seguenti servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione con l'aiuto della rete Vodafone, hanno come obiettivo prossimo quello di far figurare il 2010 come l'anno della convergenza, anche perché l'Italia è ormai uno dei più avanzati Paesi a livello mondiale per quanto riguarda la banda larga mobile.

Brunetta vuole implementare i servizi del progetto anche attraverso notifiche più specifiche sui cellulari, che avvertano il cittadino su scadenze, notifiche ed altro. In ultima analisi c'è anche in programma di informare i genitori sulla condotta o la presenza dei propri figli a scuola, naturalmente sotto discrezione decisionale dei genitori.

I seguenti programmi aiutano sempre più la rete mobile ad aggiungersi alle reti private di Poste, tabaccai e banche, ma il fine del Vivi Facile è quello di coinvolgere oltre a Vodafone, altri gestori.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.